A gennaio tre fanesi al mondiale under 24 di frisbee in Australia, Tonelli capitano

TRATTO DAL NUMERO DI DICEMBRE DEL NOSTRO PERIODICO FLAMINIA & DINTORNI PAG. 44

Capitan Tonelli

Sarà il fanese Alberto Tonelli il capitano d’attacco nell’imminente campionato mondiale di frisbee per nazioni Under 24 che si terrà a Perth in Australia a gennaio 2018. E non solo lui a rappresentare la città della fortuna. Ci saranno infatti anche Bruno e Tomas Mine, compagni di club, e fanesi doc, a far parte dell’avventura mondiale. Questa è la quarta volta che il campionato di punta, sancito dalla World Flying Disc Federation, è stato organizzato. Le precedenti edizioni: 2010 Firenze, 2013 Toronto, 2015 Londra e 2018 Perth in Australia. I nostri 24 azzurri (neanche a farlo apposta) si stanno allenando da quasi un anno per preparare questo appuntamento. Con l’avvicinarsi della partenza stanno anche aumentando i test match, oltre agli allenamenti. Veniamo al nostro portacolori. Alberto gioca da cinque anni nel Club La Fotta di Bologna dopo aver fatto tutta la trafila nella squadra Croccali della sua Fano. Nonostante la giovane età ha vinto molto; con la squadra fanese ha centrato più volte il titolo italiano così come a Bologna (qui 5 scudetti consecutivi). In campo europeo nei campionati per club, l’equivalente della Champions League del calcio, è arrivato con gli attuali compagni, per due anni consecutivi in finale perdendo sempre con una squadra belga. Giocatore d’attacco ha in se tutta l’eleganza del frisbee, ogni traiettoria è un’arte e le sue parabole sono invidiate dal mondo intero. A soli 17 anni nel 2011 è stato convocato in Nazionale. Ha giocato per tre anni nell’Under 20 per passare successivamente all’Under 24. Ha giocato anche nella Nazionale maggiore, ma spesso è stato costretto a rinunciare per gli impegni in contemporanea con l’Under di cui è un pilastro a tutti gli effetti. Nel mese scorso per la preparazione al mondiale, la Nazionale ha disputato il torneo 5 Nazioni con Inghilterra, Germania, Austria e Svizzera. Gli azzurri hanno fatto l’en plein aggiudicandosi tutte le partite e ovviamente il torneo: un buon auspicio in vista del mondiale australiano. A titolo di cronaca ricordiamo che il frisbee ebbe diffusione in Italia nei primi anni Settanta per emulazione, assieme molti altri aspetti della cultura giovanile americana “alternativa”. Nel 1972, un viaggio in California ispirò Valentino De Chiara che al suo rientro in Italia iniziò a divulgare questa disciplina attraverso tournée nazionali che toccarono le principali città e luoghi di mare.