Orientamarche: prima giornata con 16 istituti da ogni parte della regione

L’assessore regionale Loretta Bravi

Grande partecipazione ed entusiasmo questa mattina al Palaindoor di Ancona per la prima delle tre giornate di OrientaMarche, l’iniziativa di orientamento al mondo della scuola e del lavoro voluto dall’assessorato all’Istruzione e alla Formazione nell’ambito del POR FSE 2014-2020 e rivolto agli studenti delle classi quinte della scuola secondaria di II grado e delle classi terze della scuola secondaria di I grado. 16 gli istituti presenti provenienti da ogni parte delle Marche per un totale di oltre 700 ragazzi. Ad accoglierli l’assessore regionale all’Istruzione Loretta Bravi: “Sono molto contenta – ha commentato – : li vedo che girano tra gli stand, sono curiosi e si informano e il clima è sereno. Questa si propone di essere una giornata di informazione e di ascolto: i ragazzi hanno l’opportunità di chiedere, conoscere e vedere per avere tutti gli elementi per poi fare una scelta personale. Il nostro obiettivo è dare un quadro preciso di tutta l’offerta marchigiana sia per chi si orienta sul percorso di laurea che su quello professionale. Qualsiasi cosa vorranno fare però, ho detto loro, l’importante è essere molto preparati perché oggi è richiesta una formazione alta. Per farlo non è necessario andare all’estero. O meglio: è sempre utile fare una esperienza all’estero, ma l’auspicio è che poi tornino qui, nel loro territorio, a mettere a frutto i loro talenti e le loro conoscenze”.

A portare i suoi saluti anche il Direttore Generale dell’Ufficio scolastico regionale Marco Ugo Filisetti: “Ammontano a due miliardi di euro le risorse ogni anno impiegate dal sistema scolastico regionale per perseguire insieme alla Regione e al territorio l’obiettivo strategico di far sì che il 100% dei nostri ragazzi trovi una collocazione utile nel sistema socio-produttivo-economico marchigiano. Per raggiungere questo scopo l’orientamento è una attività vettoriale e giornate come quella di oggi sono uno strumento fondamentale”. Al dibattito hanno partecipato anche i Maestri del Lavoro, giovani ricercatori e consulenti del settore. “Vorrei che in queste giornate – ha concluso l’assessore Bravi rivolgendosi sempre agli studenti – si unisse tutto ciò che è tradizione marchigiana, con l’offerta formativa regionale e con le aspirazioni che i ragazzi hanno nel cuore. E se nel percorso scelto ci sarà qualche ostacolo o un test non andrà bene, andate avanti , non scoraggiatevi, la vita è piena di opportunità e noi siamo qui per sostenervi”. Nei 22 stand sono presenti: le quattro università marchigiane (Ancona, Camerino, Macerata, Urbino; l’Isia, le Accademie di Macerata e Urbino, i Conservatori di Pesaro, Fermo e Macerata; gli ITS, i Maestri del Lavoro, Cna, Confindustria, I Centri per l’impiego marchigiani, Eures, Confesercenti, Confartigianato, Confcommercio e Confapi. Domani il secondo appuntamento sempre con i ragazzi della scuola secondaria di II grado. Come accaduto oggi, i ragazzi potranno ancora interagire in laboratori appositamente predisposti in cui verranno effettuate simulazioni e presentati tutti i percorsi inerenti l’alternanza scuola – lavoro, incontreranno testimonial significativi e avranno modo di confrontarsi i principali stakeholders della realtà marchigiana. Potranno inoltre visitare la mostra itinerante dedicata a Don Milani per far conoscere ai più giovani l’esperienza didattica, inclusiva e sempre attuale, della scuola di Barbiana.

Comunicato stampa Regione Marche