Calcio giovanile, ancora un episodio di violenza sui nostri campi. Dirigente dell’Atletico Gallo sferra calcione all’arbitro e becca due anni

Dobbiamo purtroppo segnalare un altro episodio di violenza ai danni dei direttori di gara, consumato sabato scorso nella partita del campionato juniores regionale fra Urbania e Atletico Gallo Colbordolo, terminata 1 a 0 per i padroni di casa. L’arbitro della gara, Simone Giacomucci della sezione di Pesaro, è stato oggetto di un aggressione da parte di un dirigente dell’Atletico Gallo Colbordolo. Riportiamo un estratto di quanto recita il comunicato ufficiale n. 79 del C.R. Marche: “A CARICO DIRIGENTI: INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITÀ FINO AL 31/12/2019: VICHI GIANLUCA (ATLETICO GALLO COLBORDOLO). A fine gara, dalla panchina, si avvicinava minacciosamente all’arbitro colpendolo al petto con un calcio sferrato con forza, procurando momentaneo dolore. Il direttore di gara poteva far rientro nello spogliatoio protetto dai componenti le due squadre che tenevano lontano il Vichi che perseverava in atteggiamenti intimidatori. Si sanziona altresì il Vichi con la sanzione amministrativa di euro 500,00 ai sensi dell’art.19 comma 6 C.G.S.”. Ma che dire, non ci siamo proprio.