Bocce, storica tripletta per l’azzurro fanese Principi

Il portacolori de La Combattente di Fano e maglia della Nazionale U18 ha vinto 3 importanti gare in tre giorni. Passione e stile di vita regolato i segreti del successo

Eccezionale triplete per Marco Principi, portacolori Under18 della società polisportiva La Combattente di Fano (PU), che ha centrato tre vittorie di fila in tre differenti competizioni di livello regionale e nazionale, arricchendo il già lungo elenco del suo medagliere. L’8 dicembre si è imposto nel maceratese nella gara regionale individuale organizzata dalla Società Sangiustese (MC)  battendo in finale Stefano Iachini della società Torricella (TE) per 12-1; il 9 ha battuto 12 a 7 Riccardo Mazzoni della ASD Cortona Bocce nella finale della gara nazionale ISEA Impianti organizzata dalla Società Lucrezia e il 10 dicembre, sempre sul campo di gara nazionale del 20° Trofeo Stir Rapid organizzato dalla Società Lucrezia, ha battuto la giocatrice di casa Chiara Gasperini con un secco 12 a 6.

Successi a ripetizione che confermano lo straordinario valore sportivo e atletico di Principi, appena 16enne e, attualmente, una delle più grandi promesse a livello nazionale della  categoria Juniores, atleta della Nazionale azzurra di bocce Under18 con cui, nell’agosto scorso, ha centrato la vittoria a squadre all’Europeo Juniores. Ma quali sono i segreti dietro a questi successi sportivi? «Nessuno in particolare – osserva Marco Principi –, se non la grande passione che nutro per questo sport. Per il resto ho uno stile di vita regolato, senza privazioni di alcun genere dal punto di vista dell’alimentazione. Non esagero mai, questo sì, e la mia dieta è normalissima: molte verdure, carboidrati, proteine, cereali, qualche dolce, anche se non ne vado matto. Poi mi dedico con costanza agli allenamenti tecnici e fisici». «Lo sport delle bocce – dice – può sembrare semplice, ma in realtà, a livello agonistico, richiede grande capacità di concentrazione, doti atletiche e controllo dello stress psico-fisico che porta con sé qualsiasi competizione». Provare per credere. Il divertimento è assicurato.

Comunicato stamp ASD La Combattente Fano - Silvia Falcioni