Neri Marcorè dedica il “Picchio d’oro” alle vittime del terremoto

“Accolgo con soddisfazione e gioia il riconoscimento che mi è stato conferito. Lo dedico alla vittime del terremoto e alle persone che vivono ancora nel bisogno”.  Così, in un videomessaggio inviato dall’alto Atlantico, dove è in navigazione solitaria l’attore e regista marchigiano Neri Marcorè ha ringraziato per il conferimento del premio Picchio d’oro, il massimo riconoscimento della regione, conferitogli ieri a Fermo nell’ambito della Giornata delle Marche. Premio speciale del presidente alla Lega del Filo d’oro per i “50 anni di impegno espresso attraverso il centro di Osimo e in altre otto strutture a livello nazionale”. Il Picchio d’oro è stato consegnato dal presidente Luca Ceriscioli alla moglie di Marcorè, Selene, e a Giambattista Tofoni, direttore esecutivo di RisorgiMarche, il festival per la rinascita delle comunità colpite dal sisma, voluto da Marcorè, con 13 concerti allestiti sui monti Sibillini.  Sul palco il presidente della Lega Francesco Marchesi e il segretario Rossano Bartoli. “Abbiamo raggiunto una dimensionale nazionale – ha detto Marchesi – ma non dimentichiamo la nostra marchigianità”. ”Insieme a Renzo Arbore Marcorè è un nostro testimonial, e essere qui insieme a lui ci fa doppiamente piacere”. ”Dedichiamo il riconoscimento a tutto il nostro personale, agli operatori che da oltre 50 anni lavorano nella Lega”, ha aggiunto Rossano Bartoli – impegnata, anche con la realizzazione della nuova sede osimana, ”a rafforzare i servizi per la popolazione sordo-cieca e pluriminorata e le loro famiglie”.