La redazione di Flaminia & Dintorni si stringe ai familiari per la scomparsa di Leone Pantaleoni

La redazione di Flaminia & Dintorni si stringe ai familiari di Leone Pantaleoni che oggi è venuto a mancare tra lo sconforto di quanti lo conoscevano e apprezzavano. Era a Fermignano per una lezione da tenere all’Unilit, poi il malore fatale. Nonostante i soccorsi non c’è stato nulla da fare. Da tre anni aveva sposato volontariamente la nostra causa; con amorevole passione aveva accettato l’invito a collaborare con noi proponendo rebus, parole crociate, sudoku, enigmi… insomma il meglio che potessimo trovare. Appresa la triste notizia, è con dolore che ci stringiamo ai familiari in questo momento così difficile proprio nel giorno in cui il nostro periodico è in diffusione con la sua ultima pubblicazione. Le più sentite condoglianze.

Un breve ricordo. Leone era nato a Cagli nel 1945, viveva a Pesaro dal 1969. Giocatore di scacchi ed esperto di enigmistica, collaborava da oltre trent’anni con la diffusissima “Settimana enigmistica”. Nel 1985 vinse il premio più ambito riservato agli ideatori di rebus. La soluzione del suo gioco, letteralmente definito capolavoro dagli esperti, sarà curiosamente oggetto di sfida tra Umberto Eco e Roberto Benigni. Da non dimenticare che è stato anche uno dei più grandi studiosi della Sacra Sindone.