Edoardo Carboni – Segretario Noi Giovani Fano: “Biglietto del Carnevale: un’occasione persa”

Una veduta di Fano

La decisione di rimandare di un anno l’entrata a pagamento è più che mai azzardata, non è rimandando di un anno che cambia il risultato a cui si vuole arrivare, soprattutto in vista del fatto che la città aveva accettato la decisione. La creazione di un nuovo Carnevale a pagamento ci aveva fatto sperare in un percorso che potesse portare l’evento verso nuovi orizzonti. E’ chiaro che l’entrata a pagamento era il primo passo per valorizzare un evento della portata del nostro Carnevale, che oltre alla possibilità di crescere aveva in questo modo quella di generare ricchezza non solo da reinvestire nella manifestazione stessa ma anche contare su maggiori introiti da destinare a tutti gli addetti ai lavori, quindi creare lavoro. Ci chiediamo perchè un Carnevale come quello di Viareggio può permettersi di chiedere biglietti di quasi venti euro. Siamo forse da meno noi? Conosciamo bene la formula con cui si ripete da sempre, che le manifestazioni ed il turismo possono e devono creare ricchezza, nel momento in cui possiamo mettere tutto ciò in pratica, ci tiriamo indietro all’ultimo. Forse siamo noi i primi a non credere in questo Carnevale e fermarci alle prime polemiche. Una manifestazione in grado di generare ricchezza e lavoro è chiaro che attiri nel tempo nuovi investimenti, staccandosi dalla sola garanzia di fondi pubblici, che chiaramente devono rimanere, e avvicinando magari una nuova serie di investitori privati. Forse sarebbe stato meglio destinare i fondi della regione per creare qualcosa di nuovo, o perchè no destinarli a quell’evento sulla romanità che è in cantiere per il 2018.

Edoardo Carboni - Segretario Noi Giovani
mcdonalds