San Lorenzo in Campo “Paese della Musica” al Black Friday della cultura di Pesaro

Il 31 ottobre Pesaro è diventata Città Creativa Unesco della Musica (sono solo due le città italiane), un risultato storico che consacra ufficialmente il suo dna musicale e apre il territorio a relazioni internazionali strategiche per la promozione. Un risultato che verrà festeggiato con l’intera comunità venerdì 24 novembre. Una giornata speciale – il Black Friday della cultura – che culminerà con la ‘Notte Bianca della Musica’, una rassegna non stop dalle 18 alle 2 di notte per far scintillare di note il centro storico. Protagonista della giornata sarà anche San Lorenzo in Campo “Paese della Musica”, grazie al protocollo di promozione territoriale sottoscritto quest’anno dalla Giunta Dellonti con il Comune pesarese. San Lorenzo in Campo parteciperà con una delle sue tante punte di diamante in campo musicale, il “Coro Jubilate”, proprio materiale promozionale e prodotti tipici. In piazzale Collenuccio, nel Villaggio delle eccellenze e delle tipicità, grazie alla collaborazione della Pro Loco e di aziende locali, l’amministrazione laurentina farà conoscere le sue eccellenze enogastronomiche, culturali e artistiche, e promuoverà il doppio appuntamento in programma il 2-3 dicembre al teatro comunale, il “Week-end in music” con dr.gam e il Premio Lirico Internazionale “Mario Tiberini”. Il coro Jubilate si esibirà intorno alle 22.30 nella chiesa di Sant’Ubaldo. “Siamo orgogliosi – sottolinea il sindaco Davide Dellonti – di partecipare a questa giornata di festeggiamenti che il Comune di Pesaro, a cui vanno i complimenti di tutta la nostra amministrazione, organizza per essere diventata Città Creativa Unesco della Musica. Grazie al protocollo di collaborazione sottoscritto quest’anno con la giunta pesarese, sarà presente anche San Lorenzo in Campo. Per noi, che ormai da oltre tre anni stiamo portando avanti con ottimi risultati il progetto “Paese della Musica”, questo evento rappresenta una importante vetrina, dal punto di vista culturale e non solo. Oltre all’esibizione del nostro coro, infatti, faremo conoscere il nostro paese a trecentosessanta gradi, dai prodotti tipici enogastronomici agli eventi>. La corale è nata nel 2004. Il suo repertorio comprende brani di musica polifonica, sacra e profana, canti popolari e folcloristici. Fin dall’inizio della sua attività ha partecipato a numerose rassegne regionali, nazionali e internazionali ricevendo lusinghieri giudizi dal pubblico e dalla critica. In collaborazione con altre corali ha partecipato: alla messa di Gounod nel Duomo di Orvieto con l’incisione di un C.D. all’Oratorio de Noël di Camille Saint-Saëns, alla esecuzione del Requiem di Mozart. Nel 2010 ha effettuato la sua prima trasferta internazionale tenendo applauditi concerti in Lussemburgo e in Francia; nel 2013 una tournée concertistica ad Haarlem in Olanda per la festa nazionale per l’incoronazione del nuovo re Guglielmo-Alessandro e nel 2016 una nuova impegnativa trasferta in Germania con concerti a Monaco e Warngau. Nel 2011, in occasione del Centocinquantesimo dell’Unità d’Italia, il Coro Jubilate ha ricevuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali il riconoscimento di “Gruppo Artistico di Interesse Nazionale”. Il Coro, sin dalla sua fondazione, è diretto da Olinto Petrucci e si avvale della collaborazione di cantanti e musicisti professionisti.