“No al Parco del Catria-Nerone-Alpe della Luna”, cacciatori e Regione posizione comune

Posizione comune quella tra  i presidenti comunali delle associazioni venatorie della provincia (circa 70) e gli esponenti in Regione del nostro territorio, i consiglieri Minardi, Talè e Traversini. “No al Parco del Catria-Nerone-Alpe della Luna”. “Già gli altri parchi esistenti e operativi da tempo, sono in difficoltà per mancanze di risorse, come si può pensare di farrne un altro?”.

E’ emerso dall’incontro di ieri sera a Fano promosso dall’Atc Ps 2 nella propria sede. Al tavolo per l’Atc Dini, Perioli, Regini, Dromedari e il tecnico Savelli. Per la Regione Marche i consiglieri sopra citati. I cacciatori hanno evidenziato che l’eventuale parco sarebbe una chiusura totale del territorio già sopposto a diversi vincoli. La Regione ha evidenziato che il progetto non può stare in piedi per mancanza di soldi. E tutte e due le parti hanno ribadito un concetto: “Prima magari troviamo i fondi, poi eventualmente se ne può parlare. Ma solo attraverso una concertazione corale che coinvolga tutti, associazioni, cittadini, proprietari di terreni, enti… Altrimenti è pura utopia”. Insomma l’idea parco non convince, almeno per i presenti all’incontro di ieri sera in una sala gremita in ogni ordine di posto. Per farla breve senza lilleri, non si lallera. E poi ci sono da convincere troppe teste. Staremo a vedere.