“L’ora d’aria” per offrire nuove possibilità ai detenuti nei penitenziari della regione

Incontro organizzato a Palazzo dei Priori dal Servizio politiche sociali della Regione per illustrare ai capigruppo consiliari ed al Presidente Mastrovincenzo il sistema dei servizi per la popolazione sottoposta a provvedimenti dell’autorità giudiziaria

Presentato ai capigruppo consiliari, nel corso di una riunione aperta dal Presidente Antonio Mastrovincenzo, il sistema regionale “L’ora d’aria”, che va ad interessare i servizi socioculturali a favore della popolazione detenuta o sottoposta a provvedimenti dell’autorità giudiziaria, sia adulti che minori, in base a quanto previsti alla legge regionale del 2008. Al centro dell’attenzione dell’incontro, organizzato dal Servizio politiche sociali e sport della Regione, le principali attività socioculturali realizzate dai detenuti, dagli operatori degli istituti penitenziari delle Marche e dal Centro regionale per la mediazione dei conflitti. Progetti che abbracciano diversi settori, spettacoli teatrali, corsi di scrittura creativa, di lettura, interventi per il sistema bibliotecario in carcere portati avanti nell’ottica di un effettivo reinserimento dei detenuti nella società. L’illustrazione degli stessi progetti e dei servizi di maggiore rilievo affidata ai referenti degli Ambiti territoriali sociali delle zone dove sono ubicati gli istituti penitenziari marchigiani. All’incontro sono intervenuti anche alcuni rappresentanti dell’amministrazione penitenziaria.

Consiglio regionale Marche (A. Is.)