Denunciato per truffa un dirigente veterinario. Intascava indennità per servizi non svolti

Personale della Polizia di Stato in servizio presso il  Commissariato di P.S. di Urbino, coordinato dal dirigente dr. Simone Pineschi, all’esito di una complessa indagine durata oltre un anno, condotta con la direzione della locale Autorità Giudiziaria, ha denunciato in stato di libertà un Veterinario Dirigente dell’Asur Marche Area Vasta 1, in servizio presso il Dipartimento di Prevenzione – Servizi Veterinari – Servizio di Sanità Animale Sede di Urbino. Le accuse, raccolte in oltre cento capi di imputazione, vanno dal delitto di truffa aggravata ai danni dell’Ente di appartenenza,  alla falsità ideologica in atti pubblici ed alla falsità materiale. L’attività investigativa partita da una segnalazione dei vertici del Dipartimento di Prevenzione e che ha comportato l’audizione di oltre 60 allevatori di bovini del Montefeltro, hanno permesso di ricostruire circa un anno e mezzo di condotte lavorative del pubblico ufficiale, sospettato di attestare interventi a seguito del ferimento o della morte di animali, sia presso allevamenti che sulla pubblica via, in realtà mai effettuati ma comunque intascando le relative indennità.