No al cyberbullismo: la Mercantini ammessa al progetto europeo

salus

L’istituto comprensivo statale “F.lli Mercantini” di Fossombrone partecipa al progetto europeo Erasmus+, grazie alle docenti referenti prof.sse Alessandra Imbastari e Rita Bucchi. Gli alunni per tre anni si cimenteranno con la grave ed attuale problematica del bullismo e cyberbullismo. Insieme ai partners di Spagna, Polonia, Romania e Irlanda, l’agenzia Co.meta ed enti associati quali “Genitori in gioco” di Fossombrone e ai compagni della Gaudiano e del Mengaroni di Pesaro e Polo3 di Fano, cercheranno di affrontare il tema della violenza fisica e morale che sempre più spesso viaggia “in rete” con l’obiettivo di comunicare e soprattutto prevenire il disagio dei giovani studenti. Il percorso di studio si concluderà con una manifestazione finale a Pesaro aperta alla cittadinanza.