Avviso inserimento lavorativo disabili: a disposizione oltre 1,2 milioni di euro

L’assessore regionale Loretta Bravi

Un investimento di 1.240.000 euro che consentirà almeno 86 nuove assunzioni di lavoratori con disabilità e almeno 46 adeguamenti di postazioni di lavoro ( ausili a supporto dei deficit sensoriali o motori; strumenti di interfaccia macchina-utente; adeguamento arredi; attrezzature con comandi speciali e adattamenti di veicoli che costituiscono strumento di lavoro, ecc.). Sarà pubblicato la prossima settimana l’avviso pubblico della Regione Marche per la concessione di incentivi alle imprese e alle cooperative sociali di tipo B che avviano tirocini finalizzati all’assunzione di lavoratori con disabilità. Come noto infatti, la legge 68/99 prevede l’obbligo per le realtà produttive con 15 dipendenti e più a tempo indeterminato, di assumere almeno un lavoratore con disabilità. “Si tratta – ha spiegato l’assessore al Lavoro e alla Formazione Loretta Bravi oggi nel corso di una conferenza stampa – di un importante intervento di politica attiva che ha come finalità l’inclusione sociale, l’inserimento e il reinserimento nel mondo del lavoro delle persone con disabilità. Siamo consapevoli del fatto che questo sia un piccolo passo in un settore dove si richiedono passi audaci e decisi e siamo pronti a sostenere altre iniziative del genere ricordando sempre che il lavoro è alla base della dignità umana di ognuno di noi. Dobbiamo promuovere le capacità che queste persone hanno, capacità che vanno individuate accompagnate e valutate uscendo dai clichè delle quattro o cinque classiche figure professionali. Sono molti gli ambiti in cui lavorare: dall’agroalimentare al settore informatico. Altro aspetto importante riguarda la comunicazione di quanto si fa, in modo che questo arrivi ai diretti interessati nel modo più semplice: i disabili e le loro famiglie vanno informati e indirizzati nell’utilizzo dei bandi. In questo contesto particolarmente importante è la collaborazione dei Centri per l’impiego: insieme stiamo anche rafforzando le procedure di controllo per verificare il rispetto degli obblighi di assunzione previsti dalla L.68/99. E’ fondamentale abbattere i pregiudizi, ancora troppo diffusi, che penalizzano ingiustamente le persone diversamente abili”.

L’avviso pubblico prevede: a) Un tirocinio della durata ricompresa tra i 4 e i 6 mesi eccezionalmente prorogabile a 12 mesi. Il tirocinio consente al soggetto ospitante di conoscere il lavoratore e di prepararlo praticamente a costo zero, dal momento che l’indennità di tirocinio (500 euro mensili) viene rimborsata dall’incentivo previsto dall’avviso. Il tirocinante da parte sua acquisisce competenze utili all’inserimento lavorativo, ad ampliare l’ambito delle relazioni sociali e ad accrescere la fiducia nelle sue capacità. b) Un incentivo di 1.500 euro a titolo di riconoscimento della mancata produttività del tutor aziendale nei tempi in cui segue il tirocinante. c) Un contributo fino a 5.000 euro per adeguare la postazione del tirocinante garantendogli condizioni di lavoro e/o di movimento all’interno dell’unità produttiva consone alle sue esigenze e funzionali ad un efficace inserimento. d) Un contributo di 6.000 euro al termine del tirocinio se si procede all’assunzione a tempo indeterminato del tirocinante. Inoltre, per le imprese e le cooperative sociali è anche possibile ottenere un contributo di 3.000 euro nel caso in cui trasformino in tempo indeterminato contratti a tempo determinato. Le domande andranno presentate entro il 31 gennaio a mezzo PEC e saranno valutate sulla base di indicatori riferiti: all’obbligo o meno, del soggetto richiedente, di assumere lavoratori con disabilità; al numero di lavoratori con disabilità che si prevede di ospitare; al grado della capacità lavorativa residua del tirocinante ospitato. Nel caso delle domande presentate per ottener l’aiuto previsto per la trasformazione a tempo indeterminato di contratti in essere a tempo determinato, la graduatoria verrà predisposta sulla base dell’ordine temporale di presentazione.

L’avviso sarà pubblicato, dalla prossima settimana, sul sito della Regione, nelle sezioni: http://www.regione.marche.it/Regione-Utile e Lavoro-e-Formazione- professionale/Collocamento-Mirato.

Comunicato stampa Regione Marche