Premio Comuni Virtuosi, Cantiano tra i 61 finalisti

Sono 61 i comuni approdati alla finale dell’undicesima edizione del Premio Comuni Virtuosi, promosso dall’Associazione Comuni Virtuosi con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare e di Anci: 39 provincie e 18 regioni rappresentate (Emilia Romagna, Lombardia, Toscana, Veneto, Sicilia, Molise, Umbria, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Marche, Liguria, Trentino Alto Adige, Puglia, Sardegna, Abruzzo, Basilicata, Lazio, Campania). Ricordiamo che l’associazione nazionale Comuni Virtuosi promuove ogni anno il “Premio nazionale dei Comuni Virtuosi” (giunto ormai alla 11esima edizione) rivolto a tutti quei Comuni che abbiano avviato iniziative concrete di sensibilizzazione e di sostegno alle “buone pratiche” con riferimento particolare alle seguenti categorie: gestione del territorio, impronta ecologica, rifiuti, mobilità sostenibile e nuovi stili di vita.

Il sindaco Piccini con il presidente di Marche Multiservizi Galuzzi

Sono arrivati oltre 250 progetti nelle cinque categorie previste dal bando scaduto a fine ottobre: gestione del territorio, impronta ecologica, rifiuti, mobilità sostenibile e nuovi stili di vita. Progetti ambiziosi, molto concreti, a volte sorprendenti. Confermata la tendenza dello scorso anno nella buona partecipazione di alcune città capoluogo di provincia: Forlì, Imperia, Lucca, Verona. Come nel 2016 città di medie dimensioni si mettono in gioco rispetto a temi storicamente appannaggio dei piccoli centri di provincia.

L’elencocompleto dei finalisti: Alfedena (AQ), Arsié (BL), Baradili (OR), Basiglio (MI), Buglio In Monte (SO), Calcinaia (PI), Cantiano (PU), Capannori (LU), Cassina de’ Pecchi (MI), Castagnole Piemonte (TO), Castelnuovo Magra (SP), Chiari (BS), Colorno (PR), Condove (TO), Ferla (SR), Ferrazzano (CB), Forlì, Fossalta di Portogruaro (VE), Fumane (VR), Gandino (BG), Imperia, Jesolo (VE), Loano (SV), Lucca, Maranello (MO), Massa Martana (PG), Miglianico (CH), Misano Adriatico (RN), Modugno (BA), Molveno (TN), Montelepre (PA), Monterotondo (RM), Montesano sulla Marcellana (SA), Occhiobello (RO), Perano (CH), Pessano con Bornago (MI), Pollica (SA), Pomezia (RM), Ponsacco (PI), Porto Torres (SS), Raiano (AQ), Robilante (CN), San Bellino (RO), San Casciano Val di Pescia (FI), San Mauro Forte (MT), Santorso (VI), Savignano sul Panaro (MO), Scanzorosciate (BG), Seravezza (LU), Sestri Levante (GE), Sgonico (TS), Solarino (SR), Sori (GE), Spilamberto (MO), Troia (FG), Usini (SS), Verona, Vietri di Potenza (PZ), Vigodarzere (PD), Villa Carcina (BS), Volvera (TO).

Ora la parola passa alla giuria, composta da un gruppo di esperti tra docenti universitari, studiosi e giornalisti: Alessandra Banoli (Università di Bologna), Marco Boschini (Associazione Comuni Virtuosi), Massimo Buccilli (A.D. Velux Italia), Giovanni Carrosio (Strategia Nazionale Aree Interne), Alessio Ciacci (Presidente ASM Rieti), Leyla Ciagà (Assessore Comune di Bergamo), Domenico Finiguerra (Salviamo il Paesaggio), Alessio Maurizi (Radio 24), Rossella Muroni (Presidente Legambiente), Carla Rocca (Sindaco Comune di Solza). La giuria avrà tempo fino alla fine di novembre per valutare i progetti e decretare i comuni vincitori. La cerimonia di premiazione si terrà nel comune virtuoso di Bergamo, presso il “Salone Furietti“ della Biblioteca Mai il 16 dicembre dalle 14. Il comune vincitore riceverà in premio sei mesi di abbonamento al sistema di allerte e di protezione della popolazione nowtice.