Record di presenze alla prima giornata della 52esima Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna

salus

“Il tartufo è un bene prezioso e diffuso che rappresenta l’identità delle Marche. Acqualagna è ammiraglia che consente di trainare l’intero territorio regionale”. E’ quanto ha dichiarato Luca Ceriscioli, Presidente della Regione Marche, sul palco del Teatro Conti durante la cerimonia inaugurale della 52esima Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna. “La sua immagine legata al Tartufo qualifica l’identità della nostra Regione: un’immagine di qualità, poliedrica ed attrattiva grazie ai prodotti della nostra terra, alle bellezze naturali e al patrimonio storico culturale. In questo scenario, un ruolo strategico da protagonista è proprio quello del tartufo, riconosciuto testimonial internazionale del turismo enogastronomico e indiscusso indicatore della qualità ambientale del luogo in cui cresce spontaneo” ha concluso Ceriscioli.

Il sindaco Andrea Pierotti riferendosi al futuro della Fiera ha sottolineato come intorno al Tartufo ci sia un progetto di sviluppo territoriale al quale si aggiunge valore ogni anno. “Il tartufo di Acqualagna – ha dichiarato il sindaco – rappresenta un orgoglio comunitario, una leva fondamentale e strategica di sviluppo, un patrimonio comune di appartenenza che alimentiamo con costanza. Quest’anno mettiamo una pietra in più nel processo di valorizzazione – ha detto il sindaco – con un progetto strategico per la promozione del territorio: il Museo al Tartufo”.

Si tratta del Museo al Tartufo che avrà sede nei locali del Palazzo del Gusto, in piazza Mattei. Uno spazio multisensoriale per entrare in contatto con il patrimonio di saperi e di esperienza legate al mondo del tartufo attraverso tre momenti: di scoperta, di iniziazione e di rarità. Un Museo dedicato a questa eccellenza diventa narrazione autentica dell’identità del territorio e della sua comunità, riuscendo a mettere in luce la complessità delle relazioni antropologiche-culturali instaurate nei secoli tra uomo e tartufo: come gli strumenti e le tecniche della “cerca”, agli aspetti mitologici, letterari ed artistici fino alla ricca tradizione gastronomica e culturale.

Innovazione, multimedialità e interattività sono le prerogative  che contraddistingueranno il Museo della Casa Natale di Enrico Mattei che verrà inaugurato l’11 novembre. “Una figura straordinaria che ha fatto grande il nostro Paese – ha detto Ceriscioli – e sul quale vorremmo continuare ad investire”.

Tante le autorità presenti oltre al Presidente Ceriscioli: la senatrice Camilla Fabbri, il deputato Marco Marchetti, il vice presidente del Consiglio regionale delle Marche, Renato Claudio Minardi, il consigliere  regionale Gino Traversini, il presidente della Provincia Daniele Tagliolini, il Rettore dell’Università di Urbino, Vilberto Stocchi, Giorgio Girelli presidente del Conservatorio Rossini di Pesaro, il presidente di Confindustria di Pesaro e Urbino, Mauro Papalini, i sindaci del territorio: Urbania, Urbino, Sant’Angelo in Vado, Cagli, Piobbico, Mercatello sul Metauro, e poi il presidente dell’Unione delle Proloco Provinciali Damiano Bartoccetti.

Le autorità sono state accolte dalla protesta da parte di “Tuber Ass”, l’associazione dei commercianti di tartufo contro la nuova legge sul tartufo, concepita nell’ottica di porre il primo tassello per la tracciabilità. “Una protesta legittima per un settore che vive momenti difficili per la normativa fiscale – ha detto il sindaco Pierotti rivolgendo un appello ai politici presenti: “La nostra battaglia per la riduzione dell’iva dal 22% al 10% è andata a buon fine anche grazie al lavoro della senatrice Camilla Fabbri”. La senatrice Fabbri e l’onorevole Marchetti sul palco hanno rinnovato il loro impegno in Parlamento affinché si possa giungere al riordino della materia nel quadro della normativa fiscale. “E’ una rivendicazione giusta che speriamo possa essere superata. Il tartufo non è un prodotto di nicchia e quindi riservato a poche persone. E’ prima di tutto un veicolo straordinario di promozione del patrimonio di storia e di cultura della nostra bellissima regione”.

La cerimonia è proseguita con la consegna a sorpresa della Ruscella d’Oro 2017, simbolo della raccolta del tartufo nella Capitale del Tartufo, a Bruno Capanna, già sindaco di Acqualagna ed unico assessore al Tartufo d’Italia. “Per la passione e l’impegno dedicati alla valorizzazione del tartufo nel territorio in Italia e nel mondo” ha detto Pierotti nel conferirgli il prestigioso riconoscimento già andato ad autorevoli personalità come Urbani, Galan, Banfi, Farinetti, Magalli, per citarne alcuni. La consegna è avvenuta per mano di Miss Italia Coraggio, la fanese Rossella Fiorani. L’ex sindaco emozionato ha ringraziato Pierotti, l’amministrazione comunale e la “meravigliosa macchina comunale”. “Mi gratifica e mi onora – ha dichiarato Capanna – entrare a far parte del Grand’Ordine della Ruscella D’Oro. Acqualagna è una risorsa per tutto il territorio regionale e quindi anche per tutte le altre realtà del tartufo. Il nostro merito più grande è quello di aver costruito un Brand e aver creato un dualismo Alba e Acqualagna. Il Primato che vantiamo – ha continuato l’ex Sindaco – non riguarda le quantità di tartufo ma deriva dalla storia. E’ un primato radicato nella memoria collettiva del nostro intero territorio comunale. Il tartufo è nel nostro cuore e nella nostra testa, è una fissazione. Questo spiega la nostra storia di successo, il nostro punto di forza che difficilmente si potrà intaccare e che dobbiamo continuare ad alimentare”.

Una giornata importante anche per ricordare, a un anno di distanza, il terremoto che ha sconvolto la nostra Regione e che ha visto impegnato in prima linea il Presidente Ceriscioli in oltre 70 cantieri post sisma. “Il primo pensiero lo vorrei dedicare ai sindaci e ai cittadini – ha detto Andrea Pierotti in apertura della cerimonia inaugurale – impegnati nella ricostruzione che ha costretto la nostra Regione a rivedere le proprie politiche con l’obiettivo di ricostruire per fare tornare i territori colpiti alle normali condizioni di vita”. Con La Fiera si aprono più di cinquanta eventi tra cooking show, laboratori del gusto, convegni, spettacoli, concerti, presentazioni di libri ed installazioni. Tutto all’insegna di due parole d’ordine: innovazione e sostenibilità, per rappresentare in sei giornate (29 ottobre, 1, 4, 5, 11, 12 novembre) un settore strategico per Acqualagna come quello del Tartufo, prima voce dell’export della cittadina (Usa, Francia, Germania, Paesi arabi, Corea del Nord e Giappone) con una produzione pari a 2/3 del totale italiano. La 52^ Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna dà appuntamento a mercoledì 1 novembre con la consegna della Ruscella d’Oro a Giorgione (di Gambero Rosso Channel Skay), il cooking show con lo chef Hiro della Prova del Cuoco e con il concerto degli Shampoo (da Italia’s Got Talent). Con il via della 52^ edizione è stata inaugurata anche Centrale Aperta, l’iniziativa di Enel alla Diga del Furlo che riposiziona l’opera di Antonio Sorace. “La presenza oggi del Presidente della Provincia e del Sindaco di Acqualagna presso la nostra diga del Furlo, in occasione dell’apertura al pubblico dell’opera di ritenuta, testimonia l’elevato livello di integrazione proattiva nel territorio di Enel Green Power, quale player credibile e sostenibile. Nel corso della visita, che ha visto l’inaugurazione della statua “il tuffo”, visione artistica del processo produttivo di produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile, si è avviato con Comune e Provincia un dialogo fattivo, volto ad individuare iniziative congiunte di “creazione di valore condiviso”, nell’ottica di uno sviluppo dell’indotto locale che promuova la fruizione ad uso turistico dei nostri asset, nel rispetto del business” hanno dichiarato i rappresentanti di Enel Green Power. L’evento gode del patrocinio e del contributo di numerosi partner istituzionali e sponsor privati. In particolare, del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, della Regione Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino, della Camera di Commercio di Pesaro e Urbino, di Enel, di Impresa SanPaolo, di Benelli, de IL Maestrale centro commerciale e altri numerosi main sponsor e technical partner. Informazioni complete sull’edizione 2017 sono disponibili sul sito del comune: www.acqualagna.com. 

Per contattare l’Ufficio del Turismo: Tel. (+39) 0721 796741 –  turismo@acqualagna.com – www.acqualagna.com

Comunicato stampa - Anuska Pambianchi