Acqualagna, il tartufo dà il benvenuto alla 52esima fiera

Acqualagna, fiera del tartufo

Inaugura domani (29 ottobre) la 52^ Fiera Nazionale del Tartufo Bianco con la riapertura dell’antico mercato del pregiato Tuber magnatum Pico in Piazza Enrico Mattei, anima e cuore pulsante dell’evento. Dal 1966 continua con successo il commercio mondiale della gemma più preziosa della Terra che porta ad Acqualagna, in pochi giorni, più i duecentomila visitatori. Sarà il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli con il Sindaco Andrea Pierotti ad inaugurare la nuova edizione. Alle 10.30 cerimonia a Teatro Conti e subito dopo taglio del nastro e apertura degli stand dei commercianti e dei ristoratori in Piazza Mattei. “Con la 52° Fiera del Bianco pregiato – dichiara il Sindaco Pierotti – Acqualagna mostrerà, ancora una volta e al meglio, la sua vocazione di terra d’eccellenza, attraverso un evento capace di valorizzare l’intero territorio regionale. Lo farà attraverso un programma ricco di novità e di ospiti nazionali ed internazionali e collezionando diversi record: il primo fra tutti quello di poter offrire un prodotto di ottima qualità ed estrema bontà, capace con il suo profumo e sapore di emozionare i tanti appassionati in arrivo ad Acqualagna, capitale del Tartufo”. In programma più di cinquanta eventi tra cooking show, laboratori del gusto, convegni, spettacoli, concerti, presentazioni di libri ed installazioni. Tutto all’insegna di due parole d’ordine: innovazione e sostenibilità, per rappresentare in sei giornate (29 ottobre, 1, 4, 5, 11, 12 novembre) un settore strategico per Acqualagna come quello del Tartufo, prima voce dell’export della cittadina (Usa, Francia, Germania, Paesi arabi, Corea del Nord e Giappone) con una produzione pari a 2/3 del totale italiano. Per meglio garantire il consumatore nelle giornate della Fiera, il comune di Acqualagna ha istituito una commissione che valuta l’autenticità del Tartufo di Acqualagna e tutela il consumatore da eventuali acquisti sbagliati: “Questa commissione – spiega il sindaco Andrea Pierotti – è formata da esperti in grado di valutare il tartufo in ogni suo aspetto. Ad essi il consumatore che ha appena acquistato il tartufo nei nostri stand può rivolgersi per chiedere conforto della bontà e autenticità dell’acquisto e dunque avere la garanzia della spesa. È un servizio che abbiamo istituito nel segno della trasparenza e della tutela delle decine di migliaia di persone che ogni anno scelgono di visitare le fiere del tartufo di Acqualagna”. Sarà una vera caccia all’oro della terra considerando i prezzi online sulla Borsa del Tartufo (tartufo.acqualagna.com) che stima il Bianco Pregiato a circa 270 euro l’etto.  Sarà un’occasione anche per riassaporare la bontà estrema di questo prezioso prodotto che si abbina perfettamente a piatti semplici (uovo o pasta) come quelli presenti nei menù dei ristoratori di Acqualagna che, in occasione della Fiera, presentano anche ricette più audaci, per citarne una “il Trionfo del Tartufo Bianco sui palati del mondo”. La Fiera di Acqualagna è veicolo di promozione dell’intero patrimonio culturale regionale. All’interno della Fiera il Palatartufo, di 4mila mq circa,  offre una panoramica della qualità enogastronomica e vitivinicola delle Marche e di tutta Italia, grazie a migliaia di prodotti in degustazione tra cui è possibile trovare vini, distillati, liquori, formaggi, salumi, pasta fresca e secca, carni, insaccati, prodotti da forno, dolci della tradizione, cioccolato, prodotti a base di farine speciali, funghi e, naturalmente, tartufi. Una grande area espositiva sarà occupata dagli artigiani del territorio: con un sito speciale per la Pietra del Furlo. Con la Fiera apre il Salotto da Gustare: in collaborazione con la brigata di cucina guidata dallo Chef Antonio Bedini, il primo cooking show in programma (alle ore 17) è con il grande chef italiano Daniel Canzian. A Palazzo del Gusto, antica dimora restaurata e utilizzata come base per gli itinerari del gusto della Repubblica Gastronomica di Acqualagna, spazio all’Enoteca Provinciale a cura di AIS Marche. Incontro e degustazione delle DOC del territorio alle ore 18. Famiglie e bambini alla ricerca del tartufo per scoprirne i segreti, gli aneddoti con i tartufai di Acqualagna che guideranno i turisti all’interno delle tartufaie con il loro cani per simulare la caccia all’oro bianco. Appuntamento al Parco della Repubblica. Centrale Aperta. Enel, partner della Fiera, non solo aprirà i cancelli per curiosare sulla Diga del Furlo, a pochi minuti da Acqualagna, opera mirabile, un enorme ventaglio in calcestruzzo, ma riposizionerà proprio sulla spalletta della Diga, l’amatissima “Sirenetta del Furlo”. Si potrà accedere al Parco di Sculture di Sant’Anna del Furlo: 140 opere nel verde. La fiera continuerà nei giorni: 1, 4, 5, 11 e 12 novembre 2017. 

Informazioni complete sul programma dell’edizione 2017 sono disponibili sul sito del comune: www.acqualagna.com – Per contattare l’Ufficio del Turismo: Tel. (+39) 0721 796741 –  turismo@acqualagna.com – www.acqualagna.com

Comunicato stampa - Anuska Pambianchi