“Raee, che gusto riciclare!”, al via la nuova edizione per le scuole

salus

Il concorso scolastico di Aset mantiene viva l’attenzione verso la cultura della raccolta differenziata

Merita il bis, si era detto dopo il successo del primo concorso scolastico ‘Raee, che gusto riciclare’, e bis è stato. Al via la seconda edizione dell’iniziativa, organizzata da Aset spa per educare i più giovani all’utilità della raccolta differenziata, che si concentra in particolare sul recupero dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee). La grande adesione all’edizione inaugurale ha incoraggiato Aset a confermare il concorso anche per l’anno scolastico 2017-2018. L’obiettivo è mantenere vivo l’interesse degli alunni, degli studenti e delle loro famiglie verso comportamenti virtuosi che fanno bene all’ambiente e ai luoghi della nostra vita. Per questo stesso motivo è auspicabile che il coinvolgimento delle scuole sia sempre maggiore. Il concorso scolastico 2017-2018 ripropone le regole dell’edizione inaugurale, l’anno scorso. Possono partecipare a titolo gratuito sia scuole primarie sia scuole secondarie di primo e secondo grado (elementari, medie e superiori) appartenenti al territorio servito da Aset Spa. L’azienda provvede a consegnare gli appositi contenitori per la raccolta dei Raee ed è disponibile a organizzare incontri di formazione sul tema della raccolta differenziata, fornendo il servizio di trasporto. Il concorso si concluderà il 30 aprile prossimo. Le tre scuole che si distingueranno per la maggiore raccolta pro-capite, riceveranno una lavagna interattiva multimediale da 80 pollici, nel caso della prima classificata, un computer per la seconda e materiale di cancelleria per la terza. A titolo di curiosità, l’elenco dei Raee recuperabili, con dimensione massima di 25×25 centimetri: giochi elettrici, calcolatrici tascabili e da tavolo, sveglie, orologi, telefoni fissi, telefoni cordless, smartphone, cellulari, carica-batterie, apparecchi radio, cuffie, macchine fotografiche, videocamere, videoregistratori, notebook, tablet, mouse, tastiere, apparecchiature per la pulizia, ferri da stiro, tostapane, friggitrici, frullatori, macinacaffè, bilance, rasoi elettrici, apparecchi taglia-capelli, asciugacapelli, spazzolini da denti elettrici, apparecchi per massaggi. L’anno scorso sono state raccolte quasi 5 tonnellate di vecchie apparecchiature dai quasi 9.400 studenti iscritti alle 38 scuole coinvolte. Per adesioni e informazioni è possibile contattare gli uffici di Aset spa, spedendo una lettera elettronica all’indirizzo igiene.ambientale@asetservizi.it o telefonando al numero 0721/833966.

                                                             ASET S.p.A.