“Puliamo il Mondo” che successo a Colli al Metauro

Anche quest’anno si è svolta nel weekend 23-24 settembre l’iniziativa Puliamo il Mondo, il più grande evento di volontariato ambientale a livello planetario, promosso in Italia da Legambiente fin dal 1993 e giunto alla XXV edizione. Un appuntamento di grande rilievo civile e sociale, che coinvolge migliaia di volontari in ogni parte del globo e che rappresenta una straordinaria occasione per rafforzare, soprattutto nei giovani, la cultura dell’ambiente come valore etico da promuovere e condividere. Il neonato Comune di Colli al Metauro (sulla scia delle precedenti esperienze  più che decennali nei tre ex municipi di Saltara, Montemaggiore al M. e Serrungarina)  ha aderito alla manifestazione ed anche questa volta è stata una bellissima occasione di festa, partecipazione e riflessione: un’opportunità per coinvolgere i cittadini, soprattutto i giovani, in momenti di formazione ed azioni concrete a favore dell’ambiente, nonché per ribadire che la lotta ai rifiuti e la tutela ambientale passano anche attraverso la riduzione dello spreco e l’adozione di comportamenti sostenibili. Come nelle ultime edizioni, sono stati organizzati più momenti: il primo nella giornata di domenica 24/9, quando nell’area verde attorno alle mura di Montemaggiore al Metauro è stata riproposta l’iniziativa “PranzoZero” aperta a tutti, in particolare alle famiglie: un pranzo domenicale speciale, il cui unico requisito di partecipazione prevedeva la produzione appunto di “zero rifiuti” con pranzo al sacco rigorosamente da consumare senza utilizzo di stoviglie usa e getta. In pineta sono state affisse installazioni educanti ad uno stile di vita consapevole e meno impattante per l’ambiente, e previste attività per i più piccoli, coordinate dall’Associazione culturale LiberaMente. Peccato per il maltempo, che ha interrotto bruscamente e troppo presto il clima di allegria che si era creato fin dal ritrovo delle ore 12. Il secondo momento, più specificatamente dedicato alla formazione ambientale delle giovani generazioni, grazie anche alla disponibilità del dirigente scolastico e di alcuni insegnanti del locale Istituto Comprensivo G.Leopardi, ha visto coinvolte le classi 3° della locale scuola media. Dopo un primo rinvio causa maltempo, i ragazzi ed i loro insegnanti (per un totale di circa 145 persone) hanno potuto visitare nella giornata di lunedi 2 ottobre l’Impianto di Discarica per Rifiuti non Pericolosi di Monteschiantello a Fano (PU) gestita da ASET Spa. Il gruppo, accompagnato per l’occasione dagli ingegneri Andrea Giuliani e Silvia Feliziani di ASET Spa, ha potuto scoprire come funziona una Discarica controllata, il “viaggio” del rifiuto indifferenziato dalle loro case fino al trattamento meccanico-biologico e l’interramento finale in impianto, nonchè i numerosi presìdi tecnici posti a salvaguardia delle matrici ambientali e del territorio. Tante le domande e alta l’attenzione ai concetti illustrati: insomma, un momento di grande rilevanza nel percorso educativo civico ed ambientale dei ragazzi. «Con l’adesione a Puliamo il Mondo si da’ sempre un segno importante – hanno commentato gli organizzatori – e non bisogna per forza fossilizzarsi sulle solite iniziative di pulizia di aree verdi o simili: oggi la formazione e l’educazione “green”, specie per le nuove generazioni, riveste un ruolo fondamentale nell’accrescimento di quella consapevolezza ambientale che è condizione necessaria per  un vero cambio di rotta nelle cattive abitudini e/o errate convinzioni di ciascuno. Del resto il costante incremento della Raccolta differenziata e la diminuzione della quantità di rifiuti raccolti nei nostri paesi da oltre 10 anni a questa parte ci dimostra che, anche se c’è ancora molto da fare,la strada intrapresa è senz’altro quella giusta.»