Falco Acqualagna, sconfitta 3 a 0 a tavolino e sei squalificati. Sui campi è ancora caos

Campionati dilettantistici da poco iniziati e già dobbiamo subito segnalare un brutto episodio avvenuto verso la fine della partita Schieti – Falco Acqualagna, valevole per il campionato di seconda categoria gir. A. La gara si è disputata domenica scorsa e come si evince da un estratto del comunicato ufficiale del giudice sportivo del C.R. Marche “l’arbitro sospendeva definitivamente la gara al trentottesimo minuto del secondo tempo, a seguito dei comportamenti tenuti da alcuni calciatori e dirigenti della società Falco Acqualagna, che ponevano a rischio l’incolumità del direttore di gara”. Per questo il giudice sportivo ha deciso di sanzionare la società Falco Acqualagna con la sconfitta della gara per 3 a 0. Il tutto si scatenava a pochi minuti dalla fine quando, sul risultato di Schieti 1 Falco Acqualagna 0, i padroni di casa raddoppiavano fra le proteste dei calciatori dell’Acqualagna, che reclamavano un fallo di mano di un calciatore dello Schieti. A quel punto l’arbitro della partita, il giovane Giombattista Bucchieri della sezione di Pesaro, veniva accerchiato da tutti i calciatori dell’Acqualagna e da qualche dirigente, con fare minaccioso ed intimidatorio. Il direttore di gara veniva costretto ad indietreggiare con delle leggere spinte e, non ritenendo più sussistere le condizioni per portare a termine l’incontro, ha decretato anticipatamente la fine della gara. Inoltre il giudice sportivo ha squalificato 4 calciatori della Falco Acqualagna, ciascuno per 4 giornate, Benedetti Lorenzo, Chiarucci Andrea, Cottini Andrea e Picchi Alessandro per “a seguito della convalida di una rete, raggiungeva l’arbitro al centro del campo, insultandolo e ponendo entrambe le mani al petto dello stesso, con piccole spinte in segno di smodata protesta”. Inoltre sono stati squalificati anche due dirigenti della Falco Acqualagna, in particolare Benedetti Carlo fino al 06/12/2017 “per essere entrato abusivamente nel terreno di gioco con fare minaccioso ed intimidatorio, insultando l’arbitro reiteratamente, tentando un contatto fisico, venendo prontamente allontanato dall’allenatore. In distinta come assistente di parte. Allontanato” e Ciampiconi Luigino fino al 01/11/2017 “per essere entrato abusivamente nel terreno di gioco, tenendo un comportamento irriguardoso nei confronti dell’arbitro. Allontanato. In distinta come massaggiatore”. Falco Acqualagna che dunque conterà diversi squalificati nel derby di sabato prossimo contro la Cagliese. Comportamento, quello dei tesserati della Falco Acqualagna, decisamente fuori luogo.