Fondo regionale di solidarietà, Bisonni chiede il finanziamento

Nelle Marche sono centinaia le persone con disabilità e problemi di salute mentale ricoverate presso strutture residenziali che attendono che la Regione approvi il finanziamento del Fondo di Solidarietà per l’anno 2017. Come previsto dalla legge la compartecipazione regionale al costo del servizio è pari al 70% mentre il restante 30 è a carico dei Comuni. Purtroppo sono molte le persone che stanno facendo sacrifici enormi per poter pagare, alle strutture, la quota restante delle rette. Persone e famiglie già colpite dalla malattia con tutto quello che ne consegue. Problemi questi che il Consigliere regionale Sandro Bisonni ha voluto portare all’attenzione dell’Aula Consiliare presentando una interrogazione al Presidente e Assessore regionale, Luca Ceriscioli, proprio per conoscere quando si deciderà di finanziare il Fondo di solidarietà anche per il 2017. “Nel dicembre 2016 – afferma Bisonni – la Giunta regionale ha comunicato ufficialmente l’intenzione di istituire il Fondo di solidarietà impegnando dall’anno 2017, in sede di variazione di Bilancio, la somma di 2 milioni di Euro. Ma poi con la legge regionale di stabilità approvata lo stesso mese si sono coperte solo le annualità 2018 – 2019. Inoltre nella legge di variazione di Bilancio votata in Aula a luglio di quest’anno, non è stato  previsto alcun finanziamento al per l’anno 2017. Perché?” Un dilemma che Bisonni intende chiarire per conoscere le reali intenzioni della Regione e soprattutto quando i cittadini potranno contare sui contributi che senza polemica sono necessari quanto e forse più di altri che sono oggi assegnati.

Consigliere regionale Sandro Bisonni