Sorpresa dalla Borsa del Tartufo di Acqualagna: prezzi in calo rispetto le previsioni

“Ottima qualità e bontà estrema soprattutto a novembre, nei giorni della Fiera”. A tutti i tartufai, gli auguri di buon lavoro da parte del sindaco Pierotti

Acqualagna,fiera del tartufo

Arrivano le quotazioni dalla Borsa del Tartufo, unico Osservatorio rpezzi sul Tartufo in Italia, di Acqualagna pronta per la nuova edizione della Fiera Nazionale del Tartufo Bianco (29 ottobre/ 1-4-5-11-12 novembre). Le quotazioni di questa settimana stimano il Bianco intorno ai 1,5/2mila euro per le pezzature più piccole e intorno a 3mila al kg quelle grandi. Il prezzo del tartufo scende rispetto alla data di inizio di raccolta (24 settembre).

Per conoscere puntualmente il prezzo basta consultare il sito (http://tartufo.acqualagna.com). La Borsa del Tartufo offre dati aggiornati quotidianamente attraverso un “Osservatorio Prezzi” che stabilisce un valore medio di vendita riferito alla qualità e alla pezzatura dei tartufi che vanno da: 0-15 grammi, 15-50 g e superiore a 50 g. Era il 1890 quando Luigi Mochi, primo cittadino di Acqualagna, decise di acquistare una bilancia per la pesa pubblica dei tartufi dando in consegna tale bilancia ad un pubblico pesatore. L’augurio del sindaco Andrea Pierotti va a tutti i cavatori: “Un ruolo chiave quello svolto dai tartufai che sono certo potrà dare soddisfazione al territorio con la passione e l’impegno già dimostrati in passato nei periodi di raccolta. A tutti i cavatori e a tutti i cercatori di tartufo quindi i migliori auguri di buon lavoro”.

Comunicato stampa - Anuska Pambianchi