Fossombrone: la minoranza interroga, la maggioranza non risponde

Veduta di Fossombrone

<<Nell’ultimo Consiglio comunale – si legge in una nota di Unione per Fossombrone – di fronte ad una variazione di bilancio, la consigliera Cipriani ha fatto notare all’assessore Cornettone che sarebbe divenuto poi impossibile intervenire sulle strade urbane e su quelle di campagna poiché i già pochi 50 mila euro previsti a marzo per ciascun settore venivano adesso cancellati e portati completamente a zero. Di fronte a tale osservazione l’assessore guardava i colleghi, questi il sindaco, ma nessuno ha risposto. La maggioranza grillina, con il voto, ha fatto venir meno le disponibilità economiche per la manutenzione di tutte le strade. Una scena simile si è avuta quando, di fronte a un semplicissimo documento che chiede solo al Parlamento e alle maggiori cariche istituzionali nazionali d’impedire e contrastare la nuova “marcia su Roma” che i movimenti della destra neo-fascista stanno organizzando per il 28 ottobre. Il sindaco ha chiesto il rinvio dell’argomento per valutarlo e comprenderlo. Alla fine del Consiglio di fronte ad alcune pacate interrogazioni della minoranza per sapere se sono stati presi provvedimenti su determinati problemi o chiarimenti, nella stragrande maggioranza dei casi gli amministratori grillini non hanno saputo dire niente ed hanno rinviato le risposte al prossimo consiglio. In merito ad una decisione della Giunta del 29 agosto, il consigliere Chiarabilli ha chiesto il motivo per cui sono state attribuite a due dipendenti, già assegnate all’asilo nido con mansioni di bidella-cuoca, quelle superiori di educatrice di asilo nido invece di stanziare le risorse necessarie per nominare un’ulteriore maestra. Su tale argomento la risposta è stata rinviata come se nessuno di loro sapesse nulla delle loro stesse decisioni. Per quanto continua a succedere sembra di essere di fronte a degli estranei e non ad amministratori che governano la città. Nessuna risposta anche sul perché ad oggi dopo nove mesi non è stato ancora realizzato il secondo accesso per i disabili nella scuola di Isola di Fano nonostante che a dicembre 2016 era stato approvato il nostro documento che impegnava la Giunta in tempi brevi. Per quanto riguarda la raccomandazione del 31 luglio in cui si chiedeva di ripristinare le recinzioni della Rocca della Cittadella in modo da evitare che altri vandali potessero introdursi all’interno e causare ulteriori danni all’edificio storico, in parte recentemente restaurato, la risposta è stata che la situazione deve essere ancora verificata>>.