Le Giornate del premio Letteraria a Fano dal 6 all’8 ottobre

salus

Nel fine settimana del 6, 7, 8 ottobre, a Fano, si svolgerà la IV edizione delle Giornate del premio Letteraria, riconoscimento per la narrativa edita in lingua italiana e in traduzione e festival di promozione del libro e della lettura. Nel corso delle tre giornate, la città di Fano ospiterà gli autori e i traduttori dei libri finalisti, affiancati da filosofi, linguisti, attori, artisti e musicisti che animeranno – con incontri, laboratori e spettacoli – i luoghi-simbolo del centro storico: la Mediateca Montanari, la Sala Pedinotti di Palazzo Martinozzi e la Sala Verdi del Teatro della Fortuna. Un calendario ricco d’incontri di cultura, musica e spettacolo.

Venerdì 6 ottobre, alle 15:30, a inaugurare l’evento presso la MeMo, saranno i filosofi Giuseppe Girgenti e Filippo Moretti, con una riflessione su Il senso del tempo, il tempo del senso. A seguire, alle 17:15, la traduttrice fanese Claudia Zonghetti ci parlerà della sua traduzione di Anna Karenina di Lev Tolstoj. Alle 18:45, lo sceneggiatore Salvatore Basile (in lizza con il romanzo Lo strano viaggio di un oggetto smarrito – nella foto) farà una lectio magistralis sulla scrittura per lo schermo e nei libri. Alle 22:00 la serata inaugurale si svolgerà in Sala Pedinotti con un concerto-racconto del cantautore Alessio Arena, traduttore del romanzo Un figlio di Alejandro Palomas.

Sabato 7 ottobre, ad aprire il pomeriggio alla MeMo saranno Matteo Cellini (finalista con La primavera di Gordon Copperny jr) e Giacomo Mazzariol (con Mio fratello rincorre i dinosauri, edito da Einaudi), che converseranno sulle storie di infanzie difficili e altre giovinezze. Segue la conversazione con Beatrice Masini, direttore editoriale di Bompiani, tra i finalisti del Premio con la traduzione del romanzo I pescatori di Chigozie Obioma. Attesissima è, poi, la lectio magistralis di Fabio Stassi (nella foto), da pochi giorni nominato responsabile della narrativa italiana di minimum fax, che partecipa al Premio con il romanzo La lettrice scomparsa, edito da Sellerio. Alle 21:00 si svolgerà la cerimonia di premiazione dei finalisti del Premio Letteraria al Teatro della Fortuna.

Domenica 8 ottobre, si inizia la giornata 10:30 a Palazzo Martinozzi con due scrittrici a confronto: Valentina D’Urbano con il suo Non aspettare la notte e Elvira Serra con Il vento non lo puoi fermare. Nel pomeriggio, alla MeMo, ci sarà un incontro dedicato all’italiano da consegnare ai giovani, organizzato dall’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani, nel quale intervengono i linguisti Giuseppe Patota e Valeria Della Valle.Di seguito, gli attori Riccardo Cascadan e Vincenzo Failla si esibiranno nella lezione-spettacolo Come posso dire. Parlare, leggere, interpretare. La giornata si conclude con il recital di Lucia Ferrati e Annalisa Rovinelli su Anne Frank. Dafna Fiano, traduttrice della nuova versione del Diario edito da Bur, con cui partecipa al Premio, lo introdurrà. Si terranno, inoltre, due laboratori in Sala Pedinotti: venerdì, alle 16:30, ci sarà il laboratorio di traduzione letteraria con Claudio Mapelli (finalista con la traduzione del romanzo La stanza degli ospiti di Chris Bohjlean – nella foto), mentre sabato, alle 15:45, Margherita Belardetti (finalista con la traduzione del romanzo Storia di un postino solitario, di Denis Theriault) terrà un laboratorio di scrittura creativa. Nel corso delle giornate sarà possibile compiere delle visite guidate alla città di Fano, condotte dai ragazzi degli istituti scolastici superiori. Tutti gli eventi in programma inclusi gli spettacoli, i laboratori e le visite guidate alla città sono a ingresso libero e gratuito.

Comunicato stampa