Mondo auto, tariffe più vantaggiose per tutti i guidatori che non causano incidenti da almeno 4 anni

Ha impiegato 3 anni ed il suo percorso non è stato affatto facile, ma alla fine il ddl concorrenza ha concluso il suo iter ed è passato al Senato. Il disegno di legge sulla concorrenza apre nuovi scenari su differenti settori merceologici, con un particolare impatto anche sul mondo automotive. Carlo Calenda, ministro dello sviluppo economico, commenta soddisfatto: “Dopo un iter travagliato di quasi 3 anni è un importante segnale di serietà per il Paese”. L’approvazione del ddl concorrenza non era così tanto scontata ed il Senato si è letteralmente spaccato in due durante la votazione. Il disegno di legge l’ha spuntata con 146 sì, 113 no e 0 astenuti. La nuova legge riguarderà i mercati delle Poste, dell’energia, delle banche e differenti settori molto delicati nel Bel Paese. Ci saranno novità importanti anche per gli automobilisti, grazie ad alcune nuove regolamentazioni riguardo la Rc Auto. La legge introduce l’obbligo, da parte delle agenzie assicurative, di fornire ai propri clienti informazioni più chiare sui prezzi delle polizze. In particolare vanno segnalate informazioni più esaustive riguardo le variazioni di premio sulle polizze bonus/malus ed informazioni precise sugli sconti per chi decide di installare la scatola nera. Importanti novità anche per gli automobilisti “virtuosi”. La nuova legge chiede alle compagnie assicurative tariffe più vantaggiose per tutti i guidatori, residenti in zone ad alto tasso di sinistrosità e prezzi dei premi più elevati, che non causano incidenti da almeno 4 anni. La norma sulle scatole nere, oltre ad importanti sconti, potrebbe introdurre anche l’obbligo dell’installazione della stessa su tutte le vetture. Scongiurato, in parte, il pericolo tacito rinnovo: la clausola di rinnovo automatico della polizza non riguarderà la Rc Auto ma avrà valenza esclusiva solo sui rami danni accessori, quindi furto incendio, kasko e altre forme di polizze facoltative.