Monte Catria, estate griffata da vip e grandi numeri

Un Catria al top: è il verdetto dell’estate 2017 ormai alle spalle. La celebre montagna ha offerto molte opportunità ai visitatori e turisti, che da fine maggio a inizio settembre si sono riversati in massa. Non solo italiani, ma anche stranieri. E dulcis in fundo anche la presenza dello storico numero 10 della Roma Francesco Totti con la sua Ilary Blasi (originaria di Frontone): la famiglia con tanto di prole è salita al rifugio delle Cotaline per un pranzo e qualche ora di relax all’aria pura e salutare a oltre 1400 metri di altezza. Insomma un quadro perfetto sostenuto da una stagione mai così calda negli ultimi 50 anni. Camminate, piatti tipici al rifugio, parco giochi avventura per bambini, trekking, nordic walking, equitazione, mountain bike… un perfetto cocktail di componenti che ha ammaliato un po’ tutti. Ne abbiamo parlato con uno dei gestori del rifugio Mirco Ravaioli (gli altri sono Michele Oradei, Savio Tamburini e Francesco Petrelli) che ci spiega il segreto, o meglio la ricetta, vincente offerta dal Catria: “Oltre agli sport classici, la novità di quest’anno che proseguirà tutte le domeniche di settembre, meteo permettendo, è stata offerta dalla possibilità di provare le e-bike a pedalata assistita da soli o con guida. Novità particolarmente apprezzata, in particolare dagli stranieri. Ma la ricetta vincente è stata quella di aver dato seguito alle classiche attività invernali di sci e ciaspole, garantendo così un filo continuativo di proposte per i tanti appassionati della montagna nel corso di un intero anno”. E’ stata anche l’estate dei vip… “Non solo Totti, ma spesso è venuto anche Mauro Sandreani con la moglie ad aggiornarci sulla Nazionale azzurra. E non dimentico la presenza di due campioni mondiali di mountain bike che hanno provato qualche percorso rimanendone entusiasti”. Quantificare le presenze in questa stagione estiva sul Catria è possibile? “Posso darle un solo dato, quello di Ferragosto: solo al rifugio sono circolate circa 3000 persone. Se poi allarghiamo gli orizzonti, vedi Valpiana e altre mete del Catria che è ben grande… credo che siano numeri record. Non dimentico, in quest’ottica, l’importanza in chiave economica del fattore Catria per tutta l’area che gravita sui Comuni di Frontone, Cagli, Cantiano, Serra Sant’Abbondio e Pergola”.