L’allarme dei sindacati della Polizia: “Gravi carenze nei nostri organici”

Il Prefetto oggi ribadisce che “reati in calo, non c’è allarme sicurezza”. Inoltre il Prefetto asserisce che l’allarme sulla sicurezza “viene presentato in maniera sproporzionata” dai sindacati, non vengono inviati alla nostra provincia rinforzi consistenti in quanto i reati sono in calo e i “sindacati appartengono alla Polizia di Stato e devono lavorare in sintonia con il Ministero e la Prefettura”. Cosa significa che i sindacati devono lavorare in sintonia con il Ministero e la Prefettura? Significa che dobbiamo collaborare per migliorare le condizioni di lavoro dei poliziotti al fine di accrescere la sicurezza del nostro territorio o dobbiamo essere sempre d’accordo con il Prefetto e il nostro Ministero? Il Prefetto, dal giorno del suo insediamento, ci ha convocato due volte per manifestare con forza il suo disaccordo rispetto a dei nostri interventi pubblici in tema di sicurezza. Se non ci sono momenti di confronto come è possibile lavorare in sintonia? Noi prima di essere dei sindacalisti siamo dei poliziotti: lavoriamo per i cittadini e tra i cittadini, sulle strade ogni giorno ed ogni notte. A prescindere da ogni dato statistico, che può essere influenzato anche dal fatto che molte persone, disilluse dal nostro sistema giudiziario, non vengono neanche più a denunciare i reati subiti, i cittadini della nostra provincia si sentono sempre più insicuri. Ed è a questa percezione di insicurezza che i rappresentanti locali politico istituzionali devono dare delle risposte. E’ questo che il Siulp chiede, denunciando con dati alla mano le gravi carenze dei nostri organici.

Chi può negare che a Fano ed Urbino spesso non c’è una Volante per turno? A Pesaro, pochi giorni fa, per assicurare una sola Volante nel turno serale a Pesaro è stato richiamato un dipendente che era a casa di riposo. A Fano, terza città delle Marche, sono rimasti solo 23 uomini nel ruolo agenti. Tutti i giorni, per poter garantire i servizi dei Corpi di Guardia e delle Volanti in Questura e nei Commissariati viene utilizzato personale degli Uffici e si ricorre a prestazioni di lavoro straordinario. Lo stesso personale degli uffici è distolto dalle proprie mansioni sempre più spesso anche per garantire i servizi di ordine pubblico che, a causa dell’emergenza terrorismo, richiedono maggiori aliquote di personale. A causa dell’alto numero di profughi accolto dalla nostra Provincia l’Ufficio Immigrazione è al collasso. La Polizia Stradale, rispetto a vecchie piante organiche di quasi trent’anni fa, ha addirittura 44 operatori in meno, nonostante l’aumento esponenziale del traffico veicolare. Il Distaccamento Polstrada di Fano è appena stato chiuso tra la quasi indifferenza generale. La nostra è rimasta una delle poche Province ove la Polizia Postale è ancora a rischio chiusura. La Polizia Ferroviaria è ridotta ai minimi termini ed il Posto di Polizia della stazione nelle ore serali e notturne, quelle più a rischio, è costretto a rimanere chiuso. Esiste o non esiste un allarme sicurezza? Questi sono dati di fatto e non allarmi sproporzionati. Su questi numeri e su queste realtà, che stanno accrescendo di giorno in giorno le difficoltà ed il malessere dei poliziotti, vorremmo confrontarci e lavorare in sintonia con il Ministero ed il Prefetto. Tanti risultati li otteniamo ancora grazie alla nostra dedizione e professionalità, ma a tutto c’è un limite. Abbiamo un’età media di quasi 50 anni e siamo sempre di meno. Una cosa è certa: se continueranno a non arrivare rinforzi ed i molti poliziotti che, a breve, andranno in pensione non verranno sostituiti, non riusciremo più a garantire gli attuali servizi ed il Questore per garantire una sola Volante per turno dovrà chiudere gli Uffici amministrativi. Noi continueremo, nel pieno rispetto dei nostri rappresentanti istituzionali ma con piena autonomia sindacale e determinazione, a chiedere uomini e mezzi per garantire la sicurezza dei cittadini a Pesaro, a Fano, a Urbino, faremo sentire la nostra voce tra le gente, manifestando nelle piazze principali.

Siulp Pesaro e Urbino- Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia