L’Università Agraria di Acquaviva (Cagli) dalla parte dei terremotati

Non si fermano i gesti di solidarietà verso i terremotati marchigiani. L’Università Agraria di Acquaviva di Cagli, proprietaria di oltre 700 ettari di terreno del massiccio del Monte Catria, ha deciso di devolvere 1000 euro verso attività agricole colpite dal sisma. Il presidente Elvezio Zanchetti, grazie all’interessamento della Protezione civile del Comune di Frontone e di quella regionale è riuscito a mettersi in contatto direttamente con due azienda agricole di Serravalle di Chienti in provincia di Macerata che allevano ovini e bovini da carne in gravi difficoltà per il reperimento del foraggio da alimentazione. “Volevamo fare qualcosa di concreto – spiega Zanchetti – quindi il nostro consiglio d’amministrazione ha deciso di devolvere la cifra di mille euro ma cercando di fare qualcosa di concreto direttamente verso chi aveva bisogno e non facendo pura beneficenza senza sapere chi o che cosa avremmo aiutato. Abbiamo trovato queste due aziende, con oltre 240 capi allevati per cui abbiamo acquistato da produttori locali 31 rotoli di fieno che, grazie all’aiuto della Protezione civile della Regione Marche sono stati trasportati gratuitamente verso gli allevatori maceratesi. Siamo molto felici di aver potuto contribuire con questo piccolo gesto ad alleviare le difficoltà di due aziende agricole che, a pochi giorni di distanza ci hanno immensamente ringraziato”.