Alessandri (Cagli) e Piccini (Cantiano): “Chiudete il pozzo del Burano. E vengano resi noti i dati del monitoraggio ante e post apertura”

Nota congiunta del sindaco di Cagli (Alessandri) e di Cantiano (Piccini) che a seguito dei fenomeni atmosferici degli ultimi giorni chiedono a Protezione civile, Ato e Provincia… “di poter avere il quadro della situazione aggiornata relativamente al livello degli invasi e dell’intero sistema idrico provinciale, al fine di poter valutare  l’opportunità quanto mai necessaria e crediamo non più procrastinabile, di arrivare in tempi brevissimi all’interruzione del prelievo da quella che continua a essere una riserva strategia regionale, quale il pozzo del Burano. Riserva idrica da cui, mai come quest’anno, si è attinto in termini di quantità rilasciata che in termini di durata del periodo di prelievo. Tale azione ci sembra ormai doverosa e cautelativa, tanto è stato l’uso di quest’anno; utilizzo che non trova precedenti nella storia di questa preziosa risorsa. A maggior ragione vista purtroppo la situazione di incertezza circa i potenziali rischi ambientali a esso correlati non potendo ancora oggi disporre di uno studio oggettivo, completo e definitivo di cui ribadiamo l’urgenza. Chiediamo di poter avere nei tempi e nei modi più consoni, una relazione tecnica aggiornata relativa ai principali parametri a oggi monitorati del pozzo (ante e post apertura)”.