“C’è l’emergenza siccità, ma in tanti continuano ad annaffiare prati e spazi verdi. Servono forti sanzioni”

Bosso a Pianello 16/08/2017

Foto scattate a Fano, Pianello di Cagli e Cantiano, nella mattinata del 16/08/2017

L’emergenza siccità continua a tener banco. Dopo varie ordinanze da parte di enti e istituzioni atte ad evitare gli sprechi d’acqua e l’invito ai cittadini ad un uso estremamente accorto dell’acqua fornita da pubblico acquedotto, le polemiche non si placano. In merito riceviamo e pubblichiamo varie immagini e riflessioni di alcuni lettori giunte in redazione. “Mentre alcuni fiumi sono in secca e si chiudono o si limitano le portate delle fontanelle pubbliche, c’è chi ancora annaffia aiuole, spazi verdi di rotatorie, prati con acqua potabile in faccia all’emergenza siccità. E’ incredibile. Si munge il pozzo del Burano non sapendo esattemente cosa c’è sotto e quali conseguenze si

Rotatoria Saipem Auchan 16/08/2017

potrebbero avere e poi, si fa un giro lungo la costa, e si notano spazi di verde brillante grazie ad abbondanti annaffiate. Invitiamo gli organi preposti a prendere in considerazione questa scelleratezza e a intervenire con pesanti sanzioni. Probabilmente qualcuno non si rende conto della situazione che stiamo vivendo. Sprecare acqua in questo modo è da irresponsabili”.