A Cagli San Francesco vince il Palio dell’Oca

salus

Il quartiere di San Francesco si è aggiudicato la XXXIˆ edizione del Palio dell’Oca. Dopo aver centrato l’anno scorso il primo ‘triplete’ della storia del palio (palione, paliotto e palio), quest’anno è riuscito per la prima volta a vincere due edizioni consecutive di questa rievocazione rinascimentale, unico quartiere che mancava all’appello. Vittoria meritata per San Francesco che ha vinto quasi tutti i giochi disputati ieri presso l’arena di Sant’Emidio, ma il lavoro più importante è stato fatto dal lanciatore di dadi del quartiere, Massimo Mencarelli. Molto bravo e fortunato a centrare diversi sei con il dado nella prima parte del percorso e successivamente a conquistare le caselle libere da giochi.

Dopo aver fallito la prima volta alla seconda, grazie ad un 3, il lanciatore di dadi è riuscito a centrare la casella 54, dove è rappresentato il patrono della città di Cagli Geronzio con a fianco un’oca bianca. Il quartiere di San Francesco ora conta nel proprio palmarès 5 vittorie. Gli altri tre quartieri (sant’Angelo, sant’Agostino e sant’Andrea) non hanno mai tirato per il palio. Sono stati due giorni di festeggiamenti in una Cagli in cui si è respirata di nuovo quell’aria rinascimentale.

Molto bella ed apprezzata dal pubblico è stata sia la sfilata notturna al lume di candele che lo spettacolo finale in piazza Matteotti, dove sono state proiettate delle suggestive immagini del palio nella facciata del palazzo comunale. Strapiena l’arena di Sant’Emidio, dove quest’anno, visto il recente gemellaggio siglato, era presente anche una delegazione statunitense di Spokane, capitanata dal sindaco David Condon.