Cagli, oggi e domani la città si tuffa nel Rinascimento col Palio dell’Oca

È giunto il momento più importante ed affascinante dell’estate cagliese, si tratta della disputa del Palio Storico Giuoco dell’Oca arrivato alla sua 31ˆ edizione. Il Palio, che si disputerà oggi e domani domenica 13 agosto, è una rievocazione rinascimentale ripresa dagli scritti del Gucci, il quale raccontava come nel 1543 fra i tanti giuochi che si svolgevano a Cagli c’era anche il giuoco dell’oca. Dal 1987, con la nascita dell’associazione giochi storici, il Palio è tornato ad essere disputato in una versione rivisitata, che rispetti comunque il cerimoniale del Gucci. Il Palio viene disputato dai 4 quartieri della città di Cagli: sant’Angelo maggiore, san Francesco, sant’Andrea e sant’Agostino. Consiste nel lanciare un normale dado per avanzare in un percorso formato da 54 caselle, dove in molte di esse sono presenti delle prove di destrezza e abilità (cordaro, corsa coi trampoli, corsa, boscaiolo, arcieri, balestrieri, cavalieri e altri ancora) che i quartieri dovranno superare per mantenere la propria posizione, altrimenti retrocederanno alla casella di lancio. Le prove vengono svolte tra due quartieri, quello interessato a difendere la casella appena conquistata e quello sfidante, sorteggiato tra gli altri tre quartieri di volta in volta. Vince il palio il quartiere che con un lancio esatto arriva alla casella 54, che vede raffigurato il santo patrono della città di Cagli Geronzio.

Il programma prevede sabato 12 agosto la cerimonia della vigilia, dove a partire dalle ore 17 nella centralissima piazza Matteotti verrà rimessa in palio l’oca di ferro battuto, realizzata dal maestro Cerretini, dal quartiere vincitore della passata edizione. Verrà nominato il Podestà dal Duca di Urbino, avverrà l’investitura dei quattro capitani di quartiere, sarà decretato l’ordine di lancio dei dadi dei quattro quartieri attraverso un’estrazione e verrà data lettura dell’estrazione degli arcieri, balestrieri e cavalieri. Successivamente il corteo comunale e dei 4 quartieri si trasferirà nella basilica cattedrale per il versamento dell’olio e l’accensione della lampada votiva in omaggio del santo patrono.

Alle 19 verranno aperte le 4 taverne di quartiere dislocate all’interno del centro storico, dove sarà possibile degustare la cucina tipica cagliese ascoltando musica dal vivo fino a tarda notte. Nelle vie del centro verrà creata un’atmosfera rinascimentale, con la rievocazione di antichi mestieri e l’allestimento di ampie aree con animazione per grandi e bambini, di giochi tradizionali e sonori in legno e la possibilità di partecipare a laboratori creativi nell’arco della giornata. Il momento più affascinante sarà alle 22 quando un corteo, composto da più di 400 figuranti in costumi rinascimentali, al lume di suggestive fiaccole ed accompagnato dal suono dei tamburi, si dislocherà per le vie principali del centro storico arrivando in piazza Matteotti dove, contornato dai fuochi d’artificio, come da diversi anni a questa parte, ci sarà uno spettacolo a sorpresa organizzato dall’associazione giochi storici.

Domenica 13 agosto sarà la giornata più importante: alle 16 partirà dalla torre martiniana il corteo rinascimentale che si sposterà nuovamente per le vie del centro storico, per poi raggiungere l’arena di Sant’Emidio dove alle 18 avrà inizio la XXXIˆ edizione del Palio Storico Giuoco dell’Oca, che fra l’altro quest’anno proporrà dei nuovi giochi. La giornata sarà sempre allietata da antichi mestieri, animazione per grandi e bambini, giochi tradizionali e laboratori creativi. Alle 19 verranno aperte nuovamente le 4 taverne di quartiere fino a tarda notte. Intanto lo scorso fine settimana si è disputata anche la prima edizione del Palio dei Mezzani (per ragazzi dai 14 ai 18 anni) vinta dal quartiere di sant’Agostino e la 16ˆ edizione del Palio dei Bambini (dai 10 ai 14 anni) vinta dal quartiere di sant’Angelo. Dunque il 12 e 13 agosto non potete mancare a Cagli per quella che è una rievocazione storica fra le più sentite delle Marche, inserita da diversi anni nella lista delle ‘meraviglie italiane’. Per info biglietti: a partire da martedì 8 agosto dalle 16:30 alle 19:30 presso la pro loco di Cagli, in via G. Leopardi, 3. Domenica 13 agosto presso l’arena di sant’Emidio. Prezzo unico 15 €