Fiumi, controlli della Polizia provinciale per accertare e sanzionare prelievi abusivi di acqua e di fauna ittica

salus

Dal primo agosto maggiore attività sul territorio, in linea con le richieste del Comitato di protezione civile e dell’Aato

Dal primo agosto anche la polizia provinciale, come altri organi di vigilanza, ha iniziato su tutto il territorio i controlli sui fiumi per accertare e sanzionare eventuali prelievi abusivi di acqua, così come il prelievo abusivo di fauna ittica. Ciò in linea sia con le richieste del Comitato di protezione civile e con le posizioni espresse dai sindaci nell’ultima assemblea dell’Aato. “Per contrastare gli atti di bracconaggio ittico nelle acque interne ed i prelievi abusivi  che in questo periodo di siccità ed emergenza idrica rischiano di arrecare ulteriori gravi danni al patrimonio ittico e alle carenti risorse idriche della nostra provincia – evidenzia il dirigente del Servizio Ambiente e Polizia provinciale della Provincia di Pesaro e Urbino Andrea Pacchiarotti –  la polizia provinciale ha programmato una più intensa e serrata attività di controllo sul territorio, individuando i tratti di fiume che per le loro caratteristiche potrebbero essere maggiormente soggetti al compimento di attività illecite e predisponendo servizi mirati alla loro repressione”.

Ufficio stampa Provincia - Pu (G. R.)