Detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, arrestato 30enne di Apecchio. Operazione condotta dai carabinieri di Cagli

Arrestato un 30enne (D. M. L.) residente e originario di Apecchio la notte del primo agosto per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Operazione condotta dai carabinieri di Cagli. Tutto dopo un controllo pomeridiano dei carabinieri sulla vecchia Flaminia durante il quale fermavano una Opel Corsa a bordo della quale si trovavano tre giovani. Lo stesso D. L. M. e due ragazze  (G. M., 25enne di Pergola e S. A., 21enne di Cagli). Durante il controllo i tre ragazzi fornivano versioni discordanti circa il loro transito e la meta che intendevano raggiungere: “stiamo facendo una passeggiata”; “volevamo andare al fiume”. Da qui l’ispezione all’auto e il ritrovamento di un bilancino di precisione, frammenti di hashish e vari grammi di marijuana. Una ragazza ha detto che tutto fosse di sua proprietà, ma la presenza del bilancino ha insospettito gli uomini dell’Arma. I ragazzi venivano portati in caserma a Cagli, dove il maresciallo capo  Panfili ha avvisato dei fatti il sostituto procuratore di turno presso la Procura della Repubblica di Urbino, Simonetta Catani. Col supporto dei comandi carabinieri di Cantiano e Fossombrone, si è proceduto alla perquisizione delle case dei tre giovani.
Mentre per le due ragazze l’operazione si è conclusa ben presto e con esito negativo, per il giovane D.M.L. l’intervento è stato più complicato. Dopo serrate indagini si è scoperta la sua effettiva dimora in ad Apecchio. All’interno dell’abitazione sono stati rinvenuti 50 grammi di cocaina; oltre 150 grammi di hashish; un ulteriore bilancino di precisione oltre al necessario per il confezionamento delle dosi. Da qui l’arresto. Per le due ragazze invece semplice denuncia a piede libero. Le indagini sono tuttora in corso per scoprire la provenienza delle sostanze stupefacenti sequestrate e per capire il “giro” che D.M.L. aveva posto in essere.