Inchiostriamoci (5 e 6 agosto): a Cantiano rassegna letteraria trasversale con grandi firme

Tra i numerosi eventi promossi dal Comune di Cantiano nella programmazione estiva, risalta la prima edizione di Inchiostriamoci: una due giorni – il 5 e il 6 agosto – incentrata sulla parola letteraria in ogni sua incarnazione. Dalla narrativa alla poesia, passando per sceneggiatura, fumetto e cantautorato. Incontri, dibattiti,  reading collettivi, workshop  a più voci sulla letteratura nella sua trasversalità più ampia,  tutto rigorosamente ad ingresso libero.

Alessio Avallone

Il suggestivo chiostro di Sant’Agostino ospiterà scrittori, sceneggiatori, poeti, fumettisti, cantautori di rilievo nel panorama culturale nazionale, che discuteranno a proposito di tutto ciò che viene “inchiostrato” a fini artistici letterari. L’appuntamento inaugurale è previsto per sabato 5 agosto alle 18.30. Alessio Avallone, disegnatore, e Matteo Mammucari, sceneggiatore, (già editi da Bonelli editore) ci condurranno nel mondo del fumetto, mostrando le varie fasi della realizzazione, proponendo disegni e letture dal vivo. Alle 21, 30 lo scrittore Roberto Pallocca presenta, il suo ultimo romanzo Verso qualcuno (Alter Ego, 2016).

Matteo Mammucari


Domenica  6 agosto alle 18,30 appuntamento con il poliedrico Simone Lenzi, autore, leader  della band livornese “Virginiana Miller”, cosceneggiatore  del film di Paolo Virzì  “Tutti i santi giorni”  (David di Donatello come miglior canzone nel 2013)  e Simone Marchesi, autore e docente alla Princeton University. Un dialogo sulla creatività a tutto tondo, grazie alle diverse esperienze artistiche di Lenzi.

Simone Lenzi

Alle 21,00 Il cantautore Davide Combusti – The Niro (Universal) parlerà di come i testi delle sue canzoni lo abbiano portato a collaborare con importanti artisti internazionali, scalare le classifiche e calcare palchi importanti come quello del Concerto del Primo Maggio a Roma. Chiuderà la rassegna un reading collettivo a cura dello scrittore Matteo Pascoletti, che col suo primo romanzo, “I giorni della nepente”, è stato finalista al Premio Augusta per esordienti.