Ponte dei Conciatori: chi si ricorda la strada?

salus

Sabato 29 luglio il Ponte dei Conciatori, chiuso il 15 giugno 2015, finalmente potrà essere di nuovo transitabile. La chiusura del ponte e la lentezza dei lavori, dovuti anche al fallimento della ditta che si occupava della riparazione, sono stati gli argomenti più dibattuti tra i cittadini urbaniesi.

I lavori, iniziati subito, abbandonati poco dopo e ripresi con un’accelerazione negli ultimi mesi, sono stati completati pochi giorni fa, finalmente.

Dopo aver verificato la stabilità e la sicurezza del ponte mediante una serie di test specifici effettuati nei giorni scorsi, sabato 29 luglio ci sarà l’inaugurazione del nuovo ponte.

Cosa cambia in Urbania?

Con la chiusura del ponte, le strade all’interno del paese durantino hanno cambiato direzione: viali a senso unico sono diventati a doppio senso, vicoli a doppio senso sono diventati a senso unico; cartelli stradali e segnaletica orizzontale da un giorno all’altro hanno svolto compiti decisamente opposti.

Mezzi pesanti hanno transitato nel cuore di Urbania creando non pochi disagi ai residenti e danni permanenti al manto stradale.

I semafori, che per due anni si sono colorati solo di giallo a intermittenza, ora tornano ad illuminarsi di verde e rosso mettendo in difficoltà chi si era abituato a passare guardando a sinistra e a destra senza dar peso al colore del segnale luminoso.

Nonostante tutto, le strade del centro storico hanno retto il flusso del traffico che ora tornerà sulla circonvallazione. Ci si può chiedere se ai residenti del centro mancheranno il trambusto di ogni camion o autoarticolato che passava, il fumo dei tir che facevano tremare l’asfalto o se avranno nostalgia dei trattori che accarezzavano i fiori sui terrazzi.

In due anni sono cambiati parcheggi, segnaletiche, operai e materiali edili; il centro storico sarà libero del traffico pesante e tornerà ad essere il salotto, non virtuale, delle chiacchiere durantine.

Il ponte è pronto, ora spetta a chi guida il compito di restare concentrato e guardare attentamente la segnaletica.

Chi in questi due anni ha sempre remato contro cerchi di non guidare di nuovo contromano.