Emozioni naturali, tre giorni tra storia e ambiente del territorio cantianese

salus

Emozioni naturali fanno rima con storia e ambiente. E’ il titolo della tre giorni di iniziative che Cantiano propone dal 28 al 30 luglio. Un viaggio tra alcuni gioielli e specificità del territorio ideato dal Comune di Cantiano (assessorato al turismo) col supporto prezioso e la consulenza tecnica di Domenico Leli e Giovanni Angradi e il coinvolgimento di Fiorenzo Bei, Francesco Rosati e Afni Marche.

Venerdì 28 luglio – Si comincia venerdì alle ore 9.00 a Chiaserna presso il Forno K2. Da qui prenderà il via un’escursione guidata dal titolo “La via delle macine” con (eventuale) degustazione su prenotazione (15 euro – ufficioturismo@comune cantiano.pu.it- 0721789936). La guida è Emiliano Baldeschi (Aigae)(3336831582). Dopo il raduno alle 9.00, partenza con un pulmino verso Fonte del Faggio, da qui escursione da cava mole da pietra e arrivo al Forno K2 (durata 2 ore con scarpe da trekking, bastoncini, giacca impermeabile, felpa, pile, acqua). Alle 12,30 cenni storici a cura di Fiorenzo Bei ricordando che l’antica via delle macine era il percorso che portava uomini e carri tirati da buoi verso le cave dove veniva estratta la pietra che serviva alla realizzazione delle macine destinate alle storiche Officine Meccaniche Baldeschi & Sandreani. Seguirà una degustazione a base di pane di Chiaserna. Alle 18,00 al chiostro di Sant’Agostino, “Il sentiero dimenticato”. Presentazione del libro di Emiliano Catena (Enter ed..2016). “Sopravvivere a ridosso delle vecchie gobbe appenniniche è vivere di stenti, nelle valli la terra è magra e sassosa, selve e prati chiedono tanta fatica e donano poca resa…. Prima che gli ultimi montanari scompaiano, che carbonai e pastori si estinguano, è doveroso lasciare un segno di questa millenaria civiltà affinché la loro sapienza e la loro cultura non muoiano invano”. Alle 19,30 nel centro storico apericena “attorno al chiostro” (convenzionato euro15.00) presso Pizzeria del Sole, Ristorante Tenetra, Maeves Pub. Sono gradite le prenotazioni. Alle 21,30 sempre al chiostro proiezioni a cura di vari autori su temi naturalistici.

Sabato 29 luglio – Ritrovo a Pontedazzo/Antica Hosteria. “Viaggio nell’abisso del tempo, sulle tracce di “Ugo” e di un mare scomparso”. Passeggiata guidata storico-geologica nella gola del Burano lungo la via Flaminia con (eventuale) degustazione di tipicità presso Antica Hosteria (su prenotazione – euro 10.00). Partenza alle 8,30 da Pontedazzo fino alle Caldare e ritorno con guida il professor Francesco Rosati che presenterà il luogo in chiave di lettura geologica. Alle 16 al chiostro inaugurazione della mostra fotografica dei partecipanti al corso di fotografia naturalistica AFNI (Associazione Fotografi Naturalisti Italiani) primavera 2017 con consegna degli attestati di partecipazione. Alle 17,30 nell’aula multimediale del chiostro workshop di fotografia naturalistica a cura dell’AFNI di Fano. Dalle 19,30 apericena (come il venerdì), poi alle 21,30 sempre al chiostro le proiezioni dei filmati a cura dei corsisti.

Domenica 30 luglio – Alle 8.30 escursione guidata al bosco di Tecchie con (eventuale) degustazione (su prenotazione – euro 15.00 – ufficioturismo@comune.cantiano.pu.it – 0721 789936). Raduno e partenza da piazza Luceoli con mezzi propri mezzi verso Tecchie. Durata circa 4 ore. Abbigliamento: scarpe da trekking, bastoncini, giacca impermeabile, felpa, pile e acqua. Alle 12,30 ritorno per pranzo/degustazione presso il resort Sant’Appolinare. Alle 18.00 al chiostro di Sant’Agostino “Farfalle e animali del bacino del Metauro” con presentazione a cura di Luciano Poggiani, presidente del’associazione naturalistica Argonauta. Quindi apericena e in chiusura del festival alle 21 al chiostro “I love cantiano”, proiezioni di immagini e filmati a cura di Maurizio Tansini, Alberto Capponi e vari autori cantianesi.