Alla Riserva del Furlo formati 15 accompagnatori di persone disabili in Joelette, prima esperienza nelle Marche

Obiettivo: rendere l’esperienza in natura accessibile a tutti. La Provincia ha aderito alla due giorni “Natura senza barriere” organizzata da FederTrek, promuovendo eventi nella Riserva

Rendere le esperienze a contatto con la natura accessibili a tutti, anche ad un disabile motorio, per consentire di fruire degli itinerari Provincia di Pesaro e Urbino (ente gestore della Riserva Naturale Statale “Gola del Furlo”) ad organizzare un corso di formazione residenziale, primo nelle Marche, per “Accompagnatori di persone disabili in Joelette”. Nelle due giornate di corso, svoltosi al Rifugio Cà I Fabbri, sul Monte Paganuccio l’istruttore Leonardo Paleari dell’associazione “Il Cammino Possibile” (FederTrek Escursionismo e Ambiente), affiancato dal consigliere nazionale di FederTrek Daniel Bazzucchi, ha formato 15 persone (guide ambientali escursionistiche, volontari, accompagnatori CAI, educatori) sulla conduzione in sicurezza di questa speciale carrozzella monoruota da fuori strada. Un’esperienza formativa a cui l’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche (AIGAE) ha concesso il patrocinio, riconoscendo alle guide iscritte ben 6 crediti formativi.

ESPERIENZE TURISTICHE INCLUSIVE – “La strategia adottata – evidenziano Maurizio Bartoli e Mario Primavera, rispettivamente direttore e responsabile della Riserva naturale statale Gola del Furlo – è quella offrire esperienze accessibili e fruibili da tutti. Tutte le attività, infatti, tengono conto delle condizioni psico-motorie di ogni persona, affinché la conoscenza di questo meraviglioso luogo possa veramente essere aperta a quanti lo desiderano. E’ un percorso già avviato da tempo, ora anche in collaborazione con enti e associazioni del territorio. La Joelette acquistata lo scorso anno dalla Provincia si inserisce perfettamente in questa programmazione, consentendo anche ad un disabile motorio di partecipare alle iniziative assieme agli altri”.Gli accompagnatori formati hanno partecipato al “week end di esperienze inclusive in natura” svoltosi alla Riserva del Furlo, che ha aderito all’iniziativa nazionale “Natura senza barriere” organizzata da FederTrek Escursionismo e Ambiente, inserendo nel programma FurloFamily due iniziative turistico – ricreative pensate per garantire anche la partecipazione di persone con esigenze speciali, mettendo a disposizione la Joelette.

“UN SOGNO CHE SI E’ REALIZZATO” – “Un sogno che si è realizzato, la mia bimba era proprio felice, grazie a tutti!” ha detto la mamma di una piccola che, proprio grazie alla joelette condotta da operatori appena formati al corso, è potuta arrivare sui prati sommitali del Monte Pietralata insieme agli altri bambini e ai numerosi partecipanti all’iniziativa “Emozioni al tramonto con utilizzo della joelette”, tra cui l’assessore del Comune di Fermignano con delega alla Riserva del Furlo Lucia Paoloni, il presidente provinciale Anmic sezione Pesaro Giancarlo Balducci e l’assessore alle politiche sociali del Comune di Vallefoglia Daniela Ciaroni. Altro evento di successo nell’ambito di “Furlo Family – Natura senza barriere alla Gola del Furlo” è stato “Furlo in Fiaba”, in un sentiero accessibile alla carrozzina e al passeggino, dove le lettrici volontarie del progetto nazionale “Nati per leggere” dei Sistemi Bibliotecari dell’Unione Montana del Catria e Nerone e dell’Unione Montana dell’Alto Metauro hanno letto e drammatizzato alcuni racconti sulla magia della natura, con merenda offerta dalla pro loco di Passo del Furlo.

Ufficio stampa Provincia (G. R.)