Colli al Metauro: nessun consigliere comunale è incompatibile

salus

Maria Giovanna Cenerelli e Cristian Bellucci (nella foto), consiglieri comunali di maggioranza a Colli al Metauro rispediscono alla mittente, Michele Ubaldi, capogruppo di minoranza, la loro presunta incompatibilità. “L’associazione Montemaggiore (R)Esiste – sottoscrivono – è nata in seguito al referendum dello scorso 13 novembre poiché i cittadini di Montemaggiore al Metauro hanno visto calpestati i loro diritti. Sono state intraprese azioni legali sulle quali la magistratura si esprimerà in merito alla Legge Regionale 10/95 con la quale è stato istituito il nuovo Comune Colli al Metauro, e cioè se questa legge sia incostituzionale o meno.  L’associazione ha scelto di non sostenere alcun candidato alle scorse elezioni amministrative dell’11 giugno. In questa fase delicata dell’istituzione del nuovo Comune abbiamo scelto di candidarci perché ritenevamo doveroso che anche il nostro territorio dovesse essere rappresentato ed è doveroso governarlo al meglio. Questo percorso è stato capito dai nostri concittadini che con il loro voto ci hanno dato la loro fiducia. Per quanto riguarda la nostra incompatibilità, la stessa è stata rimossa come è stata correttamente rimossa quella della stessa consigliera Ubaldi, qualche giorno prima del consiglio comunale del 29 giugno, in quanto anche la stessa consigliera aveva una causa con l’ex Comune di Serrungarina. Ciò che conta in questo momento, il tutto nel pieno rispetto delle azioni legali intraprese dai cittadini dell’ex Comune di Montemaggiore, è avere il buon senso di amministrare al meglio il nuovo Comune di Colli al Metauro e rappresentare il territorio, lavorando tutti insieme, amministratori e cittadini. L’auspicio è che anche l’opposizione possa dare il proprio contributo per il raggiungimento di questo obiettivo”.