Cagli festeggia don Nazzareno per i 50 anni di sacerdozio

salus
Il vescovo Trasarti

E’ stata fatta una grande festa per il 50° di sacerdozio di don Nazzareno Bartolucci, il parroco della cattedrale e della parrocchia Santa Maria Assunta tra l’altro molto amante della montagna. La festa è iniziata venerdì in cattedrale con una veglia vocazionale presieduta da don Ugo Ughi, vicario per la formazione del clero. Sabato, una serata di racconti nel giardino dell’episcopio. Domenica la giornata più intensa con inizio alle 18 in cattedrale ed una messa celebrata dal vescovo Trasarti. Poi in oltre quattrocento si sono recati presso l’oratorio del campetto in via Tiranni per una conviviale con cena e tanta musica. Don Bartolucci, originario della frazione Comombara di Apecchio, giovanissimo è entrato nel seminario minore di Cagli per poi proseguire gli studi in quello regionale di Fano.

Ordinato sacerdote nella chiesa della sua parrocchia di origine, San Lorenzo di Carda a Colombara di Apecchio, il 29 giugno 1967, si trasferì da subito come cappellano a San Lorenzo in Campo. Dopo due anni divenne parroco ad Abbadia di Naro fino al 1980 trasferendosi poi fino al 1986 nella parrocchia di Pianello. Dal 1986 è sempre stato parrocco della cattedrale. Dal 1974 al 1981 ha anche insegnato religione nella scuola media Piccinotti di Urbino e successivamente nell’istituto commerciale di Cagli. E’ stato assistente locale dell’Azione Cattolica e dal 2005 cappellano presso il nosocomio Celli di Cagli.