Barcontest: un’occasione “reale” per i giovani talenti

I 25 giovanti talenti che partecipano al Barcontest con gli organizzatori

Urbania, 7 luglio 2017 – C’è grande fermento al Barco di Urbania, popolato di giovani che discutono in maniera vivace e creativa. Sono i 25 talenti dai 18 ai 35 anni selezionati per partecipare a “BARCONTEST – L’impresa chiama, il Talento risponde”, progetto promosso dall’Unione Montana – nell’ambito del Distretto Culturale Evoluto – in collaborazione con GAL Montefeltro Sviluppo e “Quarantadue”, spin-off dell’Università di Urbino.

Provenienti da tutt’Italia (con prevalenza della provincia di Pesaro Urbino), i partecipanti, suddivisi in 5 team di lavoro, sono chiamati ad un compito preciso e impegnativo: elaborare nuovi progetti di comunicazione per le imprese più rappresentative del territorio nei settori agroalimentare, legno e arredo, tessile e abbigliamento, metalmeccanico e turismo.

La Conferenza stampa al Barco

Romina Pierantoni, presidente dell’Unione Montana, spiega: “Tutt’altro che un gioco o una gara, Barcontest rappresenta una grande occasione per mettere in contatto le imprese del territorio e i giovani talenti che con la loro creatività possono offrire soluzioni innovative che rispondano ai bisogni espressi dalle nostre imprese.”

Come si svolgerà il lavoro? I giovani prescelti parteciperanno a tre “residenze”, cioè sessioni, nella splendida sede del Barco Ducale, assistiti da mentor d’eccezione tra cui Alice Avallone, della scuola Holden di Torino, l’artista Oscar Piattella e i docenti universitari Jonathan Pierini e Fabio Musso oltre a Paolo Venturi (Aiccon) e Damiano Aliprandi (Fondazione Fitzcarraldo). Tema della prima residenza (dal 7 al 9 luglio) sarà l’Identità e la narrazione di un’azienda; la seconda (dal 14 al 16 luglio) sarà focalizzata sulla Comunicazione e le Partnership; la terza infine applicherà quanto sviluppato e discusso nelle due precedenti ad una delle imprese coinvolte nel contest: Terrabio, Birra Collesi, Pasta Vadese, Imab Group, Mipiacemolto.it, Idrofoglia, Paiardini Tino, Imar, Blueline Project, Safe bet, Consorzio Terre Alte e Marche Holiday.

Il 4 agosto le proposte elaborate verranno quindi presentate alle aziende da ognuno dei 5 team e la giuria premierà i progetti meritevoli di menzione.

Uno dei team al lavoro

Un premio non solo simbolico, a sottolineare la serietà dell’iniziativa. Sono infatti in palio 10.000 Euro sotto forma di gettoni di partecipazione (800 euro a team) e 2.000 euro per il team che, per ciascuno dei tre temi, riceverà la menzione speciale della giuria.

Un’iniziativa che nasce da una precisa finalità del Distretto Culturale Evoluto Marche: cercare, tramite iniziative come questa, strategie volte a migliorare la competitività delle aziende locali con particolare riferimento alla riconoscibilità del brand, dell’immagine e del posizionamento aziendale in relazione ai valori del territorio, della cultura e del patrimonio locale.

Il Barco Ducale di Urbania

Alice Lombardelli, vice-sindaco di Urbania sottolinea come in questi ultimi anni l’Amministrazione, con il supporto della Regione, abbia lavorato per rimettere il Barco e la sua intera area al centro di progetti legati alla valorizzazione del territorio e dei giovani. Tra questi appunto “Barcontest”.

Un fondamentale “incubatore” di idee dunque, che auspichiamo possa ripetersi nei prossimi anni e dare contributi efficaci e concreti alle nostre aziende in un circolo virtuoso che possa poi riportare benefici sull’intero territorio. E, di conseguenza, sul loro stesso futuro.