La vera iniziativa dell’estate, una città con la possibilità di andare a spasso senza l’assillo delle auto!

Le iniziative per l’offerta turistica e culturale della città si sprecano e forse troppa aspettativa viene riposta in iniziative che col turismo non hanno niente a che fare. Esiste invece un principio molto caro ai turisti. Una città ordinata e soprattutto vivibile. Tutte le città della Romagna non a caso hanno investito tantissimo sulla vivibilità dei luoghi cittadini più belli. Rimini, Riccione, Cattolica… hanno tolto le auto dal lungomare, dal porto canale e da tutti quei posti che richiamano persone, al solo scopo di… accogliere le persone piuttosto che le auto. A Fano a giugno inoltrato ancora non si accenna a sistemare la precaria situazione del traffico presente al Lido, Sassonia e Porto Canale. Si insiste a voler far circolare le auto in aree bellissime che hanno una grandissima vocazione a ricevere ed accogliere persone: aree che peraltro hanno già pochissimi parcheggi e il solo passaggio delle auto non contribuisce assolutamente alla loro frequentazione, ma invece limita l’uso dei preziosi spazi di fronte al mare, togliendoli all’uso ricreativo, togliendoli al passeggio, ai tavoli dei ristoranti. Spazi preziosi in cui si dovrebbe passeggiare, cenare all’aria aperta, far vivere le famiglie con bambini in sicurezza senza l’assillo del pericolo delle auto. Ricordiamo ancora l’enorme successo della festa del mare dell’anno scorso. L’unico giorno in cui era vigente un fantastico divieto di transito per i veicoli. Difficile scordarsi la bellezza del porto marinaro senza le auto, difficile scordarsi i ristoranti con i tavoli in mezzo alla strada gremiti di persone… Ma cosa aspettiamo ancora?

FOR.BICI Fiab Fano