Il sindaco Aguzzi s’insedia a Colli al Metauro. Il no alla fusione non s’arrende

Giuramento del sindaco Aguzzi

Pacifica dimostrazione di Montemaggiore Resiste davanti alla sede municipale di Saltara mentre era in corso il giuramento di Stefano Aguzzi sindaco di Colli al Metauro. <<Manifestazione legittima – ha commentato il primo cittadino – restiamo in attesta degli eventi ma sulla questione in sé non mi pronuncio>>. Prima di votare la convalida degli eletti Michela Ubaldi, capogruppo della minoranza, ha sollevato il problema dell’incompatibilità dei consiglieri Maria Giovanna Cenerelli e Cristian Bellucci <<in quanto firmatari il ricorso al Tar contro la fusione>>. Il sindaco ha rassicurato che entrambi hanno ritirato la propria firma e che poco prima era arrivata la notizia che il ricorso era stato rigettato. La minoranza, rallegrandosi per la scelta fatta dalla Cenerelli e da Bellucci, ha comunque votato contro la convalida di entrambi dicendosi convinta che il problema denunciato non è sanabile. Il consiglio comunale é composto da Annachiara Mascarucci, Pietro Briganti, Cristian Bellucci, Alessandro Berloni, Fabrizio Sanchioni, Maria Giovanni Cenerelli, Fabio Sciriscioli, Emanuela Primavera, Francesco Tadei, Ketti Cornacchini e Andrea Giuliani. Per la minoranza: Michela Ubaldi, Fabrizio Valeri, Gilberto Fattori, Silvia Scarpetti e Pierangela De Luca. Gli assessori che affiancheranno il sindaco sono Andrea Giuliani (vice sindaco), Annachiara Mascarucci, Pietro Briganti, Fabio Sciriscioli e Manuela Primavera. Aguzzi ha riferito che i problemi urgenti da affrontare riguardano la messa in sicurezza dell’edificio scolastico le cui classi dislocate nella delegazione di Calcinelli comportano seri problemi di organizzazione per gli uffici comunali. <<Qualche spiraglio si è aperto per poter accedere ad un finanziamento regionale>>. Avviata la pulizia dalle erbacce delle mura dei borghi <<perché se vogliamo valorizzare le nostre bellezze e promuovere il turismo non possiamo perdere altro tempo>>. I consigli comunali <<saranno itineranti e per questo ci stiamo dotando dell’attrezzature tecnica necessaria sperando di poter ricorrere anche alla diretta streaming>>.