Tornerà nuova la palestra dell’istituto comprensivo “Enrico Mattei”

salus
Tornerà nuova la palestra dell’istituto comprensivo “Enrico Mattei” a disposizione degli studenti della scuola primaria e medie inferiori e delle società sportive. Ad assicurarlo il sindaco Andrea Pierotti che ha esposto alcuni giorni fa il piano di interventi in programma. E‘ partito, infatti, lunedì scorso l‘intervento di adeguamento sismico, di efficientamento energetico dell’edificio e di riqualificazione tecnologica della centrale termica dell’intero plesso. L’intervento si inserisce all’interno di un ampio progetto di messa in sicurezza degli edifici scolastici portato avanti negli ultimi anni dall’amministrazione comunale che ha riguardato, in particolare, la costruzione della nuova scuola materna del capoluogo. Le criticità della nuova palestra, da superare con i lavori attuali, interessano, soprattutto, la copertura, che per la conformazione, favorisce eccessivi accumuli di neve durante il periodo invernale con frequenti problemi d’infiltrazione. Nello specifico gli interventi di adeguamento sismico comporteranno il rifacimento della copertura, sostituita con un tetto in legno, e la realizzazione di strutture sismo-resistenti nelle pareti dell’edificio. Mentre gli interventi di riqualificazione energetica, visto l’alto grado di dispersione termica dell’edificio, riguarderanno la sostituzione di tutti gli infissi e dell’impianto di produzione dell’acqua calda, la realizzazione di un isolamento termico in copertura, l‘installazione di proiettori a led per illuminazione campo di gioco e la riqualificazione tecnologica della centrale termica attraverso l’utilizzo di generatori termici modulari a condensazione.

L‘importo dell’intervento, la cui progettazione è in capo a Megasnet, ammonta a 530mila euro finanziato con mutui della Cassa Depositi e Prestiti con oneri di ammortamento a totale carico dello Stato per il tramite della Regione Marche (Piano regionale edilizia scolastica 2016), senza spese a carico del Comune, che anzi ottiene un risparmio stimato di oltre il 20% relativo ai consumi dell’intera struttura, pari a circa 20mila euro ogni anno, poiché il complesso degli interventi volti alla riqualificazione energetica produrranno un incremento considerevole della prestazione energetica dell’edificio.

Comunicato stampa - Anuska Pambianchi