Fossombrone: la Cna chiede al sindaco moratoria sulle sanzioni per la pubblicità

Al sindaco di Fossombrone Gabriele Bonci la Cna ha chiesto “una moratoria sulle sanzioni per la tassa di pubblicità sulle vetrine delle attività commerciali e artigianali. Un settore che non era mai stato disciplinato e che improvvisamente è stato penalizzato da una selva di cartelle esattoriali e di ammende alle imprese. L’associazione non chiede un condono tout court ma almeno la cancellazione delle penali e delle sanzioni. La Cna ha rinnovato l’invito all’amministrazione affinché per gli appalti relativi ad opere di interesse pubblico e per importi inferiori al milione di euro vengano favorite le imprese locali”. I presidenti dell’area territoriale della Cna Fausto Baldarelli e locale Massimo Marini nell’incontro con il primo cittadino Gabriele Bonci e l’assessore all’urbanistica, lavori pubblici e attività produttive, Rolando Cornettone “hanno anche posto alla loro attenzione il problema del parcheggio nel centro storico con particolare riferimento alla parte terminale di corso Garibaldi, area Duomo. Un tratto che vede i pochi parcheggi disponibili occupati in maniera stabile dai residenti. Mancando un criterio di regolamentazione della sosta accade che tutti gli stalli siano sempre occupati. Una cosa che complica la vita delle attività commerciali e artigianali della zona anche per quel che riguarda le operazioni di carico e scarico. Non solo. Le soste di tipo stanziale non permettono un turn over dei parcheggi e quindi limitano anche la possibilità ai clienti anche una fermata breve. Si tratta di applicare un disco orario che non superi i trenta minuti”.