Piobbico, ruba le affettatrici della pro loco. Extracomunitario fermato con la refurtiva

Foto di repertorio

C’era un po’ di tutto nel furgone del 38enne marocchino Noredine El Karouachia: affettatrici, pentole e tanto altro materiale usato di solito per le sagre paesane. Il materiale era stato rubato nel magazino del Comune di Piobbico (era nel recinto all’aperto in attesa di essere lavato); materiale di proprietà della locale pro loco. I volontari allertavano i carabinieri guidati dal maresciallo Renzi che, ascoltati alcuni cittadini che al momento si trovavano in zona, trovavano preziose informazioni che raccontavano di un furgone bianco con un marocchino alla conduzione, uno di coloro che sono soliti raccogliere ferro. Una telecamera consentiva di leggere la targa e arrivare al proprietario residente a Sassoferrato ma spesso a Pergola dove vive un fratello. In sinergia con i carabinieri di Pergola, si veniva a sapere che il marocchino vive ad Acquaviva di Cagli: dai controlli si risaliva facilmente al furgone trovato a Cagli in centro. Recuperata (e riconsegnata) così la refurtiva, il marocchino veniva arrestato senza troppe esitazioni. Quindi il giudice dopo aver ricevuto richiesta del difensore di  leggere le carte processuali, rinviava il processo decidendo la scarcerazione dell’indivuduo già noto alle forze dell’ordine.