Un batterio la causa della morte di Francesco. La famiglia chiede la sospensione del medico omeopata

salus
L’ospedale di Firenze dove è stato studiato il germe

I laboratori  del Meyer di Firenze hanno rivelato dopo gli esami del caso, il batterio che ha ucciso il piccolo Francesco: il fusobacterium necrophorum: un germe che di solito si annida nella gola e che una terapia di antibiotici (pennicellina) avrebbe sconfitto. Così il batterio ha camminato fino alle pareti del cervello decretando la morte ritenuta dagli stessi medici del nosocomio toscano assurda. Intanto la famiglia di Francesco chiede senza esitazioni che il dottor Mecozzi venga fermato accusando l’omeopata di aver terrorizzato la famiglia. Una storia che continua a far parlare l’Italia intera e che avrà per molto tempo la coda delle indagini in pieno corso dal parte della Procura.