Sant’Ippolito: la scuola di scultura su pietra arenaria festeggia 25 anni

Scolpire in piazza, anno 2007

La Pro loco di Sant’Ippolito taglia quest’anno il traguardo della 25ma edizione del corso per la lavorazione della pietra arenaria. Un primato di non poco conto nel paese degli scalpellini. L’iniziativa, che si avvale della collaborazione del Comune e della Bcc del Metauro, prevede tre moduli. Il primo di 6 ore per l’attività propedeutica. Il secondo di 20 ore per l’approccio alla pietra. Il terzo di 20 ore per la scultura. Il materiale di base è fornito dall’organizzazione. A fine corso ogni allievo potrà ritirare la propria opera e riceverà un attestato di partecipazione. Cosa abbia significato un’iniziativa di questo genere è presto detto. Basta guardarsi attorno per vedere rinate botteghe di scalpellini che hanno raggiunto alti livelli di notorietà. La lavorazione delle pietra arenaria ha ridato a Sant’Ippolito il meglio della sua tradizione. Non è un caso se d’estate si svolge la rassegna Scolpire in piazza. Fin dal XIV secolo Sant’Ippolito è conosciuto come il Paese degli Scalpellini in virtù del talento artistico e dell’abilità artigianale dei suoi lavoratori.