Cagli, al via la raccolta indifferenziata

salus
Un operatore al lavoro

In città è ormai tutto pronto per aumentare la raccolta differenziata. Giugno sarà il mese di Cagli. L’ormai consolidato sistema di raccolta domiciliare dei rifiuti indifferenziati sarà avviato dalla prima settimana di giugno. I cittadini cagliesi vedranno presto rimuovere quindi i cassonetti stradali della frazione secca indifferenziata e, nel giorno stabilito, dovranno esporre il bidoncino di fronte alla propria abitazione. Per il primo anno del servizio, saranno consegnati, oltre il bidoncino marrone da 40 lt, anche i sacchetti trasparenti, grazie ai quali gli operatori di Marche Multiservizi potranno controllare che vi sia solo materiale non differenziabile. L’esperienza dei dodici comuni in cui la nuova modalità è stata introdotta nel 2016 è molto positiva, con percentuali di raccolta differenziata che hanno superato, nel corso dello stesso anno, l’80%. Potenziare la raccolta differenziata significa anche ridurre la quantità di rifiuti non recuperabili e quindi da smaltire nelle discariche, obiettivo altrettanto importante fissato a livello nazionale ed europeo.   Cittadini ben informati per ottenere i risultati attesi. Per far si che il nuovo sistema inizi con il piede giusto e porti i risultati previsti, Marche Multiservizi e l’Amministrazione Comunale hanno messo in campo una comunicazione intensiva attuata attraverso materiale informativo distribuito casa per casa, locandine affisse nei principali luoghi pubblici e diversi incontri organizzati per illustrare il nuovo servizio. Le assemblee sono fissate nelle seguenti date (tutte alle ore 21:00): lunedì 15 maggio, c/o la palestra della scuola di Pianello; martedì 16 maggio, nella sede della Pro-Loco, ex scuola materna, località Acquaviva; giovedì 18 maggio al centro polivalente in via Flaminia Nord 51, località di Smirra; venerdì 19 maggio, c/o la palestra comunale in via Fontetta; lunedì 22 maggio, c/o il Palazzo Comunale, Sala degli Stemmi.