Mondavio pronta a ospitare 16 minori stranieri non accompagnati

salus
La rocca di Mondavio

Grazie anche alla collaborazione dell’amministrazione comunale Mondavio ospiterà 16 minori stranieri non accompagnati in supporto al progetto Gomena su richiesta del Comune di Fano. E’ quanto ha deliberato la giunta presieduta dal sindaco Mirco Zenobi nell’ambito della promozione di una sistema di seconda accoglienza finalizzato all’integrazione socioculturale dei minori stranieri non accompagnati a valere sul fondo asilo, migrazione e integrazione (F.A.M.I.). “Il Comune di Fano ha presentato il progetto Gomena per la promozione di un sistema di seconda accoglienza finalizzato all’integrazione socioculturale dei minori stranieri non accompagnati – è stato riferito al sindaco e agli assessori – in considerazione che il progetto ha ottenuto da parte del Ministero degli Interni l’ammissione ad apposito finanziamento. Lo stesso vede in qualità di soggetto attuatore l’ATS costituita dalle cooperative Labirinto e IRS L’Aurora, individuate a seguito di apposita procedura ad evidenza pubblica. La proposta progettuale intende promuovere la collaborazione con tutte le istituzioni territoriali nonché la possibilità di individuare la struttura di accoglienza in Comune diverso da quello titolare del progetto”. La struttura individuata è quella denominata Villa Ginevri nel Comune di Mondavio in località Valdiveltrica. L’amministrazione comunale ha richiesto ed ottenuto dal direttore generale della Fondazione I Care, ancora Onlus con sede legale a Milano la disponibilità della struttura in questione. L’obiettivo del Fami è quello di “contribuire alla gestione efficace dei flussi migratori e all’attuazione, al rafforzamento e allo sviluppo della politica comune di asilo, protezione sussidiaria e protezione temporanea e della politica comune dell’immigrazione, nel pieno rispetto dei diritti e dei principi riconosciuti dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea”.