Piazza del Gusto, pane ed eccellenze nel cuore di Cantiano nel weekend

Attesa per un convegno domenica: si amplia il progetto della filiera corta del pane a km 0 che può usufruire delle opportunità del Psr

Metà maggio all’insegna del pane di Chiaserna e di altre eccellenze del territorio umbro-marchigiano. Cantiano è pronta a ospitare sabato 13 e domenica 14 la Piazza del Gusto. Nel cuore del centro storico verranno proposti eccellenze locali con il pane di Chiaserna abbinato ad amarena, visciole, olio, salumi, formaggi, legumi, vini e miele. Si comincia sabato alle 9.30 nel centro storico (in mattinata in Comune ci sarà l’insediamento del Consiglio comunale dei ragazzi che in sinergia con l’oratorio esporranno dei teli dal tema il pane condiviso).

Nel pomeriggio spazio gastronomia al parco della Rimembranza (anche domenica) e la classica cronoscalata con gli Amici del Ciclismo. In serata cena e musica. Domenica con partenza da piazza Luceoli (ore 8.00) ecco la passeggiata “La flora spontanea appenninica” attraverso le splendide faggete del Sentiero Italia (63) che porta alla “Bocca della Valle” (area floristica protetta) a cura di Emiliano Baldeschi, guida ambientale escursionistica Aigae (333 68 31 582). Dalle 9.30 via al salone regionale delle eccellenze cantianesi, quindi spazio ludico per bambini al parco della Rimembranza a cura del Centro ippico La Badia, spazio open air con attività ludico-sportive all’aperto per bambini e ragazzi: nello specifico tiro con l’arco e teleferica per bambini. Dalle 10 in piazza lo spazio “Come nasce il pane”, illustrazione dal vivo del processo completo di panificazione. Mani esperte sveleranno tutti i segreti dell’arte bianca, dalla macinazione del grano km 0 prodotto a Cantiano alla cottura finale.

A seguire al palazzo comunale l’incontro: “Filiera corta del pane di Chiaserna: aggiornamento del progetto “Filiera corta pane di Chiaserna. Opportunità  Psr – prospettive progetto Aree Interne”. Alle 12 in piazza Luceoli inaugurazione ufficiale della manifestazione. In mezzo tante attività tra cui dalle 16 nella piazzetta Garibaldi cooking show con lo chef Roberto Dormicchi. “Il pane nella cucina povera della tradizione”: il ristorante Triglia di bosco e i ragazzi dell’istituto alberghiero di Piobbico mostreranno come utilizzare il pane che rimane nella madia. Tornando alla rassegna, ormai consolidata, questa vuol far passare anche un ulteriore messaggio. Far capire che con il pane non si gioca e va consumato in modo creativo riscoprendo anche antiche ricette e usanze semplici al tempo stesso gustose.